≡ Menu

25 aprile: da festa della liberazione a festa del nazi-fascismo

25-aprile-hitler-palestinesi

Non è un titolo provocatorio, il 25 aprile si è veramente trasformato da festa della liberazione in festa ed apologia del nazi-fascismo. Da diversi anni estremisti filo-palestinesi con il tacito assenso dell’ANPI (Associazione Nazionale Partigiani d’Italia) impediscono la partecipazione della Brigata Ebraica e delle associazioni dei deportati. E anche quest’anno andrà così, perlomeno a Roma.

La Brigata Ebraica ha già annunciato che non parteciperà alla manifestazione e così ha fatto l’ANED – Roma (Associazione Nazionale ex Deportati nei Campi Nazisti) che questa sera con un comunicato stampa ha annunciato che nemmeno questa associazione parteciperà alla manifestazione.

Vale la pena a questo punto ricordare ai pochi che non lo sapessero o che fanno finta di non saperlo che i palestinesi erano alleati dei nazisti e che, per dirla con franchezza, è già uno scandalo che alleati dei nazi-fascisti partecipino alla manifestazione del 25 aprile ma è ancora più scandaloso che vietino di parteciparvi alle vittime dei nazi-fascisti, gli ebrei. Se si volesse fare della dietrologia spicciola si potrebbe affermare che dopo tanti anni i partigiani hanno stretto una alleanza con i nazi-fascisti. Ma noi non vogliamo fare della dietrologia spicciola e diciamo semplicemente che è una vergogna, una infamia senza precedenti che come ogni anno passerà sotto silenzio.

E così anche quest’anno vedremo le bandiere degli alleati dei nazi-fascisti sfilare al fianco di quelle dei partigiani e non vedremo quelle della Brigata Ebraica e delle vittime del nazi-fascismo. L’Italia è veramente ridotta a una macchietta se non riesce più nemmeno a festeggiare come si deve la festa della sua liberazione.

Redazione

© 2016, Rights Reporter. All rights reserved. Riproduzione vietata

Comments on this entry are closed.