≡ Menu

Abu Mazen era un agente del KGB secondo archivio Mitrokhin

Il Presidente dell’Autorità Palestinese Mahmoud Abbas, alias Abu Mazen, era un agente del KGB che operava a Damasco, in Siria. E’ quanto emerge dai documenti trafugati dall’ex spia sovietica Vasili Mitrokhin e resi noti ieri sera da un rapporto trasmesso su Channel 1.

Vasili Mitrokhin era un importante archivista del KGB che disertò in occidente portando con se centinaia di documenti, poi classificati con il nome di “archivio Mitrokhin ”. Tali documenti sono stati messi a disposizione degli analisti e dei ricercatori solo pochi mesi fa. Tra di loro il Truman Institute che ha redatto il rapporto su Abu Mazen e la sua collaborazione con il KGB.

L’archivio Mitrokhin contiene, tra le altre cose, informazioni dettagliate sugli agenti palestinesi che operavano in Siria e nel resto del Medio Oriente tra i quali, appunto, Abu Mazen, che non viene identificato come “collaboratore” come avviene per quasi tutti gli arabi della lista ma come vero e proprio agente.

Secondo il rapporto Abu Mazen era certamente un agente del KGB nel 1983 ma non è chiaro quando iniziò la sua carriera né quando la terminò ammesso che l’abbia terminata. Il Presidente palestinese sarebbe stato reclutato dal KGB quando era studente a Mosca e scrisse una tesi di laurea nella quale minimizzo grossolanamente l’olocausto ebraico.

Redazione

© 2016, Rights Reporter. All rights reserved. Riproduzione vietata

Comments on this entry are closed.

  • gianni centola Set 10, 2016, 11:11

    Un altro aspetto negativo dello spudorato “angelo della pace”….Adesso Papa Bergoglio lo degradera’ a vice angelo, o continuera’ con sviolinate ipocrite e fasulle??