Abu Mazen e il grande inganno dell’angelo della pace

By , in Middle East on . Tagged width: , , ,

«Nel nuovo Governo palestinese non c’è posto per Hamas». Lo ha detto il Presidente della Autorità Nazionale Palestinese (ANP), Abu Mazen, al Ministro degli Esteri francese Laurent Fabius che in questi giorni si trova in Medio Oriente per rilanciare i colloqui di pace tra Israele e Palestina.

Oggi si riunisce il Comitato direttivo della OLP (Organizzazione per la Liberazione della Palestina) che dovrà discutere della formazione di un nuovo Governo palestinese dopo che la separazione tra Hamas e Fatah si è consumata per l’ennesima volta, almeno ufficialmente perché ufficiosamente i due maggiori movimenti palestinesi continuano ad avere le stesse identiche idee e gli stessi obbiettivi.

Il nodo del contendere sono sempre i soldi, quelli per intenderci concessi a pioggia per la ricostruzione di Gaza che Hamas vorrebbe gestire direttamente ma che Abu Mazen non ha alcuna intenzione di co-gestire con il gruppo terrorista palestinese. La lite per il malloppo ha portato a questa ennesima rottura e non, come vorrebbe far credere Abu Mazen, una differenza di vedute nella politica verso Israele.

In realtà sia Hamas che Fatah hanno la stessa identica politica, che è quella di distruggere Israele, solo che Abu Mazen è più furbo dei boss di Hamas e cerca di apparire come un agnello (o un angelo della pace) lasciando la parte dei cattivi ad Hamas. La prova è in quello che sta accadendo oggi in Israele con una vera escalation di attentati che il Presidente della ANP si guarda bene dal condannare. Quindi, stesso obbiettivo ma strade diverse tra Hamas e Fatah, con i primi più marcatamente “terroristi” e i secondi lupi travestiti da agnelli, più ingannevoli e subdoli del solito.

La cosa buffa e sotto certi aspetti incredibile è che la politica di Abu Mazen paga, che i creduloni occidentali gli credono quando fa “l’angelo della pace”, quando dice che vuole uno Stato palestinese separato da Israele mentre tutte le azioni che ha compiuto in passato e che compie oggi dicono l’esatto contrario. Abu Mazen non è interessato a due Stati che vivano separatamente e in pace, Abu Mazen non ha mai abbandonato l’idea di una “grande Palestina” che cancelli Israele e per farlo ha bisogno di uno Stato unico binazionale e non di due Stati separati. Non vedere questo significa non guardare la realtà dei fatti in Medio Oriente. E’ semplicemente un grande inganno, fatto bene ma pur sempre un inganno.

[glyphicon type=”user”] Scritto da Aaron T.

[glyphicon type=”euro”] Sostieni Rights Reporter

© 2015, Rights Reporter. All rights reserved. Riproduzione vietata

Recommended articles