Abu Mazen incassa i soldi europei e torna a incitare alla violenza

abu-mazen

Dopo aver incassato una pioggia di milioni dalla miope Europa Abu Mazen torna a incitare all’odio contro Israele e a fomentare la violenza. Come sempre lo fa in maniera subdola condendo il tutto con una serie di bugie trite e ritrite che però hanno il “pregio” di far presa sulle menti deboli dei giovani palestinesi.

Parlando ieri sera alla 16esima sessione del Consiglio Rivoluzionario di Fatah, Abu Mazen ha detto che gli attacchi terroristici palestinesi contro Israele sono un «pacifico risveglio popolare» e che si tratta di «una risposta alle azioni della occupazione e alla violazione dei luoghi sacri per i musulmani e per i cristiani a Gerusalemme» rimettendo quindi sul piatto la fasulla questione religiosa ben sapendo che è l’unica in grado di far presa nelle deboli menti dei giovani palestinesi e incitarli così a compiere atti di violenza contro cittadini israeliani. Poi ha salutato con favore l’iniziativa francese che nei fatti è un ultimatum a Israele nel quale si vorrebbe imporre allo Stato Ebraico di cedere alle richieste palestinesi senza alcuna trattativa. Subito dopo Abu Mazen ha quindi “minacciato” di interrompere qualsiasi accordo con Israele fino a quando lo Stato Ebraico non cederà alle richieste palestinesi.

La massiccia iniezione di soldi dei contribuenti europei nella casse dei mafiosi palestinesi ha rinvigorito Abu Mazen tanto da fargli annunciare una iniziativa alle Nazioni Unite volta a interrompere la costruzione degli insediamenti israeliani in Cisgiordania e a imporre a Israele il ritiro entro i confini del 67.

Vorremmo ora sapere cosa ne pensa di tutto questo Federica Mogherini, vorremmo sapere cosa ne pensa del cosiddetto “pacifico risveglio popolare” palestinese che produce attentati a raffica contro inermi cittadini israeliani e provoca la morte di tanti israeliani e di attentatori palestinesi, vorremmo sapere se adesso che ha elargito per l’ennesima volta una pioggia di milioni dei contribuenti europei ai mafiosi palestinesi è contenta oppure nutre qualche riserva sule vere intenzioni di Abu Mazen che non sono certo quelle di creare uno Stato palestinese. Ma purtroppo crediamo che la sig.ra Mogherini sia perfettamente cosciente della malafede di Abu Mazen e che sia solo una complice attiva del terrorismo palestinese.

Scritto da Sarah F.

© 2016, Rights Reporter. All rights reserved. Riproduzione vietata