Allarme in Israele: Hezbollah è entrato in possesso di armi chimiche

By , in Middle East on . Tagged width: , , ,

israele-armi-chimiche-hezbollah

Secondo fonti del Free Syrian Army, l’esercito ribelle siriano che combatte contro Assad, il gruppo libanese di Hezbollah avrebbe usato armi chimiche in una battaglia avvenuta nelle vicinanze di Damasco. La città colpita da munizioni contenenti agenti nervini sarebbe Zamalka, un sobborgo poco fuori Damasco.

A sostenerlo, con un video, è la rete araba Alarabiya che parla di diverse vittime tra i ribelli e la popolazione.

La notizia ha destato forti preoccupazioni in Israele in quanto, se venisse confermata, vorrebbe dire che Hezbollah è venuto in possesso di armi chimiche e che potrebbe usarle anche contro Israele. Da mesi l’intelligence israeliana tiene sotto controllo i movimenti di armi (convenzionali e chimiche) in possesso del regime siriano e soprattutto vigila affinché queste armi non finiscano in mano a Hezbollah. Questo sarebbe uno sviluppo drammatico che potrebbe spingere Israele a intervenire per distruggere gli arsenali chimici siriani.

Questa mattina da Gerusalemme fanno sapere di non poter confermare la veridicità della notizia diffusa da Alarabiya anche se ammettono che “si tratta di una notizia credibile” e non negano quindi una certa preoccupazione. Tutti i canali di intelligence sono attivi ai massimi livelli e nelle prossime ore si cercherà di capire se quanto affermato dai ribelli siriani corrisponde a verità.

Attualmente, secondo stime occidentali, Hezbollah ha circa 4.000 uomini che combattono in Siria al fianco di Assad. Altre migliaia di uomini sono arrivati dall’Iran ai quali nei prossimi giorni si uniranno altri 4.000 pasdaran.

Sarah F.

© 2013, Rights Reporter. All rights reserved. Riproduzione vietata

Recommended articles