Amnesty: Hamas può usare i civili come scudi umani e Israele commette crimini di guerra

Amnesty International ha pubblicato ieri un nuovo scandaloso rapporto che attacca in maniera indiscriminata Israele e le sue forze di difesa per quelli che la ONG chiama “indifferenza insensibile verso i civili di Gaza” parlando ancora una volta di “crimini di guerra”.

Il rapporto di Amnesty si basa ancora una volta esclusivamente su testimonianze di membri di Hamas e mai su fonti indipendenti. Cita testimoni che fanno parte della organizzazione terroristica anche se nascosti sotto le mentite spoglie di medici e addirittura di difensori dei Diritti Umani e non cita una sola volta l’uso da parte di Hamas dei civili come scudi umani,

«Le forze israeliane hanno sfacciatamente violato le leggi di guerra attraverso la realizzazione di una serie di attacchi contro case civili, mostrando indifferenza insensibile alla carneficina che tutto ciò ha causato» ha detto il Direttore per il Medio Oriente di Amnesty International, Philip Luther. Peccato che il sig Luther si sia (deliberatamente??) dimenticato di dire che non solo gli israeliani avevano chiesto alla popolazione di evacuare le zone dei combattimenti ma hanno sempre avvisato prima di attaccare un edificio civile trasformato da Hamas in un obbiettivo militare. Non solo, come già detto, è proprio la mancanza di qualsiasi riferimento all’uso dei civili come scudi umani portato avanti in maniera sistematica e scientifica da Hamas, che fa fortemente dubitare di questi “grandi difensori dei Diritti Umani”.

E quando lo stesso Philip Luther dice che «anche se un combattente di Hamas fosse stato dentro una casa (trasformandola quindi in un obbiettivo militare n.d.r.) ciò non assolve l’esercito israeliano dalle sue responsabilità nel prendere precauzioni per proteggere i civili» indirettamente ammette che Amnesty usa due pesi e due misure nelle sue valutazioni. Insomma, se un combattente di Hamas si nasconde dietro civili occupando una casa senza pensare alle possibili conseguenze va bene, se l’esercito israeliano attacca quella casa che, proprio perché ospita membri di Hamas è diventata un obbiettivo militare, commette un crimine di guerra. E’ un ragionamento semplicemente assurdo che parte dal concetto sbagliato che i terroristi possono usare i civili come scudi umani e che proprio per questo non possono essere attaccati. Insomma, questi di Amnesty danno ragione ad Hamas e ammettono apertamente l’uso di scudi umani civili.

Siamo al ridicolo, alla completa deformazione del concetto di Diritto Umano e soprattutto di Diritto di Guerra. Questa non è più l’organizzazione che vinse il Premio Nobel per la Pace, è la macchietta di quella fantastica creatura, un organismo al servizio del terrorismo più che votato alla difesa dei Diritti. Ma sul discorso ci torneremo appena possibile.

[glyphicon type=”user”] Scritto da Noemi Cabitza

[glyphicon type=”euro”] Sostieni Rights Reporter

© 2014, Rights Reporter. All rights reserved. Riproduzione vietata

Recommended articles