Attentato in Norvegia: 80 morti. Dubbi sulla matrice islamica

Sarebbe di oltre 80 morti il bilancio dell’attentato avvenuto ieri in Norvegia. Secondo le informazioni diffuse dai media norvegesi ai sette morti dell’attentato con autobomba avvenuto nel centro di Oslo, si aggiungerebbero una ottantina di morti nella sparatoria avvenuta nell’isola di Utoya dove si svolgeva un meeting dei giovani laburisti.

La polizia norvegese ha arrestato un uomo che sarebbe l’artefice degli attentati. L’uomo, un norvegese di 32 anni di cui non è stata resa nota l’identità, sarebbe legato ad ambienti di estrema destra. La cosa fa nascere dubbi sulla rivendicazione arrivata da ambienti vicini ad Al Qaeda. Infatti poche ore dopo l’attentato in un sito web quaedista (Shmukh) era comparsa la rivendicazione di un misterioso gruppo islamico denominato “Ansar al-Jihad al-Alami” che si attribuiva la paternità dell’attentato giustificandolo con la ritorsione per la presenza della Norvegia in Afghanistan e agli “insulti” al profeta Maometto. Poche ore dopo lo stesso gruppo avrebbe però negato qualsiasi responsabilità.

In ogni caso la Norvegia è nel panico. Il Governo ha sospeso gli accordi di Schengen e valutava l’ipotesi di chiudere lo spazio aereo, ipotesi però fatta rientrare proprio dalle indagini della polizia che mirano ad una matrice interna. L’uomo arrestato infatti avrebbe agito da solo  anche se sicuramente ha beneficiato di complicità da parte di terzi. Per aggiornamenti in tempo reale segui le notizie sul forum.

© 2011, Rights Reporter. All rights reserved. Riproduzione vietata

Recommended articles