Berlusconi: arrenditi e poni fine alle nostre sofferenze

Ieri il Premier italiano, Silvio Berlusconi, ha lanciato un appello all’amico Gheddafi chiedendogli di arrendersi e di porre fine alle sofferenze del suo popolo. «Chiediamo al colonnello Gheddafi di porre fine a ogni inutile resistenza e di risparmiare, in questo modo, al suo popolo ulteriori sofferenze» ha detto Silvio a Gheddafi.

Ora la domanda non può che sgorgare spontanea dal cuore di tutti (o quasi) gli italiani: quand’è che Silvio Berlusconi si arrenderà e porrà così fine alle sofferenze del popolo italiano, sfruttato e dissanguato da questo Governo?

E’ curioso che Berlusconi usi proprio queste parole in un momento in cui appare chiaro che, sebbene con le debite differenze, anche l’Italia come la Libia è in mano a un rais che non si cura affatto del bene della popolazione ma continua imperterrito a fare gli affari propri fregandosene ampiamente dei malumori e persino della più elementare etica politica.

E allora diciamo tutti in coro a Berlusconi: Silvio, arrenditi, poni fine alle sofferenze del popolo italiano. Siamo disposti a condonarti tutto e ad accettare un tuo esilio dorato in qualsiasi posto tu voglia andare. Hai solo l’imbarazzo della scelta con tutte le ville che hai nei paradisi fiscali. Pensa che vantaggio, nessuno ti romperà più le scatole per i bunga bunga, non sarai più stressato e potrai cazzeggiare tranquillamente per tutto il giorno. Berlusconi, per una volta fai la cosa giusta: arrenditi.

Carlotta Visentin

© 2011, Rights Reporter. All rights reserved. Riproduzione vietata