Bielorussia: rieletto il dittatore amico di Berlusconi. Scontri in piazza e arresti preventivi. Ricorda qualcosa?

Il dittatore della Bielorussia, Alexander Lukashenko, è stato rieletto per il quarto mandato con il 79,76% dei voti, un risultato del tutto falso e falsato frutto di massicci brogli come nemmeno Ahmadinejad ha fatto in Iran.

Durissima la protesta delle opposizioni democratiche che sono scese in piazza per dimostrare contro il regime che, va ricordato, è stato riconosciuto in Europa da una sola persona, Silvio Berlusconi, che con una visita nel novembre 2009, unica visita ufficiale di un leader europeo, cercò di sdoganare il regime bielorusso e insultò l’opposizione democratica affermando che “l’amore del popolo bielorusso per il presidente Aleksandr Lukashenko si vede dai risultati elettorali che sono sotto gli occhi di tutti” .

Per capire quanto sia democratico l’amico di Berlusconi, da giorni sono scattati centinaia di “arresti preventivi” degli oppositori. I social network come Twitter, Gmail, Facebook ecc. ecc. sono stati oscurati per impedire che il mondo sappia quello che sta accadendo in queste ore in Bielorussia. I blog gestiti dagli oppositori non vengono aggiornati il che fa supporre che i blogger siano stati arrestati. Qualche notizia riesce a filtrare attraverso Twitter, in particolare dalla pagina #belarus che ammette però di avere molte difficoltà. I pochi filmati che arrivano (uno ne trovate in coda) dimostrano la rabbia della gente che chiede nuove elezioni senza Lukashenko che invece tiene duro e afferma, confermando quanto detto da Berlusconi, che la gente lo ama e che i contestatori sono nemici dello Stato. Vi ricorda qualcosa?

Guardiamo bene quello che sta avvenendo in Bielorussia perché assomiglia terribilmente a quello che vorrebbe per l’Italia il nostro Premier. [1] Chi contesta è un nemico dello Stato; [2] il regime ha il controllo totale sui media; [3] internet è oscurato; [4] arresti preventivi dei contestatori; [5] violente repressioni delle manifestazioni di piazza. Il tutto in un contesto di povertà, di disoccupazione e di blocco dello sviluppo.  E allora, esagero se accosto l’Italia alla Bielorussia?

Bianca B.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=LYGOzqufAAU[/youtube]

© 2010, Rights Reporter. All rights reserved. Riproduzione vietata

Recommended articles