Cara Mogherini, gli applausi ai terroristi uccidono

Cara signora Mogherini, in Israele c’è stato il secondo morto nel terzo attentato in due giorni. Dopo la bambina di 13 anni barbaramente uccisa nel suo letto oggi è stata la volta di un padre di famiglia ucciso da un cecchino palestinese. E ci scusi se non possiamo non collegare la ripresa degli attentati a quei vergognosi applausi che abbiamo visto tributare dal Parlamento Europeo con Lei in prima fila al disgustoso incitamento all’odio proferito da Mahmud Abbas (nome di battaglia Abu Mazen).

Lo abbiamo visto noi e lo hanno visto i palestinesi. Le TV arabe infatti hanno dato ampio risalto ai vostri applausi alle mastodontiche falsità proferite da Abu Mazen. Applaudire ad un discorso dove si diceva che i rabbini ebrei avevano ordinato di avvelenare i pozzi palestinesi, una balla clamorosa, è sembrato agli arabi che il Parlamento Europeo si schierasse con questa assurda falsità e ha dato ai terroristi la scusa buona per tornare ad agire dopo un tempo di relativa calma.

I vostri applausi, signora Mogherini, uccidono quanto i coltelli e le pallottole palestinesi, anzi, uccidono di più perché appaiono come un consenso all’incitamento all’odio verso gli israeliani, come se l’Europa che Lei ha l’onore di rappresentare si schierasse dalla parte dei terroristi che accoltellano e sparano, con gli assassini palestinesi. E’ sembrato che il Parlamento Europeo desse credito alle balle di Abu Mazen e che insieme a lui incitasse alla violenza. Questo è sembrato signora Mogherini. E di certo il suo silenzio, la sua mancanza di qualsiasi condanna agli attentati e agli omicidi di cittadini israeliani non serve a togliere quella sensazione così disgustosa.

Cara Mogherini, abbia almeno la faccia per denunciare con forza gli attacchi terroristici contro i cittadini israeliani, con quella stessa forza con cui applaudiva l’incitamento all’odio proferito da un delinquente nel tempio della democrazia europea.

Redazione

© 2016 – 2017, Rights Reporter. All rights reserved. Riproduzione vietata