Gli Stati Uniti finanziano indirettamente Hamas e la Fratellanza Musulmana attraverso generose donazioni di Stato apparentemente ad uso umanitario ma in realtà destinate a ben altri scopi.

hamas-Islamic-Relief-Worldwide

La Islamic Relief Worldwide (IRW) è una organizzazione islamica bandita da Israele e dagli Emirati Arabi Uniti in quanto per gli israeliani lavora per ottenere fondi da girare poi ad Hamas mentre per gli Emirati Arabi usa i fondi destinati ufficialmente ad altri scopi per finanziare e sostenere la Fratellanza Musulmana.

La Islamic Relief Worldwide ha sede nel Regno Unito e secondo i servizi israeliani è una delle maggiori fonti di finanziamento per Hamas, non si spiega quindi come recentemente abbia ottenuto dal Dipartimento della Salute e Servizi Umani degli Stati Uniti una generosa donazione di 270.000 dollari la cui destinazione non è stata specificata, questo proprio mentre in Israele e in parte del mondo arabo si cerca di interrompere il flusso di finanziamenti al gruppo terrorista che tiene in ostaggio la Striscia di Gaza.

La controversia tra Israele e la Islamic Relief Worldwide scoppia nel 2006 quando gli israeliani annunciano di aver arrestato ed espulso Iyaz Ali, un cittadino britannico di origine pakistana che per la Islamic Relief Worldwide coordinava le azioni nella Striscia di Gaza. L’accusa era che attraverso i progetti della IRW si finanziassero in realtà le operazioni di Hamas. In seguito Israele ha provato che milioni e milioni di dollari arrivavano ad Hamas attraverso la Islamic Relief Worldwide che, nonostante avesse negato di sostenere il terrorismo, veniva messa all’indice anche dagli Emirati Arabi Uniti per il sostegno dato alla Fratellanza Musulmana.

Nonostante le operazioni della Islamic Relief Worldwide siano state in più occasioni messe in discussione perché sospettate di veicolare denaro verso Hamas e altri gruppi terroristici islamici, gli Stati Uniti hanno continuato imperterriti a finanziare l’organizzazione islamista. L’ultima operazione in ordine di tempo prima di quella citata sopra risale al dicembre del 2015 quando la USAID (United States Agency for International Development) ha donato alla IRW 100.000 dollari.

Risulta paradossale che gli Stati Uniti si vantino di combattere il terrorismo islamico e poi lo finanzino indirettamente attraverso presunte organizzazioni benefiche che di benefico hanno ben poco. Secondo il Ministro della Difesa israeliano, Moshe Yaalon, la Islamic Relief Worldwide «è una delle maggiori fonti di finanziamento per Hamas» e usa la sua struttura per raccogliere fondi da ogni parte del mondo per poi veicolarli al gruppo terrorista palestinese. Ma di tutto questo gli Stati Uniti non sembrano tenerne conto.

Scritto da Sarah F.

© 2016, Rights Reporter. All rights reserved. Riproduzione vietata

1 Comment

  1. bisogna ammettere che i musulmani con il pallino di sottomettere il prossimo, si organizzano bene.