Diventa anche tu attivista contro il Movimento BDS. Uniti si vince

campagna contro movimento BDS

Vorresti unirti alla lotta contro il Movimento BDS (Boycott, Divestment, Sanctions)? Ritieni che le notizie false distribuite dal Movimento BDS siano antisemite e cerchino di distorcere la verità su Israele? Pensi che il Movimento BDS sia in realtà un movimento contro Israele che si nasconde dietro alla facciata dei “Diritti dei palestinesi” per poter abbattere lo Stato Ebraico? Allora puoi diventare anche tu dei nostri.

Da ieri si rafforza notevolmente la lotta al Movimento BDS. Con l’accordo tra il Ministero degli Affari Strategici israeliano e un gruppo di media, siti web e blog di tutto il mondo si consolida un protocollo d’azione messo a punto nel 2016 al quale, tra gli altri, oltre a noi di RR hanno aderito anche giornali importanti come Yedioth Ahronoth e altri importanti siti web che difendono il Diritto ad esistere di Israele.

A spiegare nel dettaglio il nuovo protocollo d’azione contro il Movimento BDS sono stati ieri gli editori di Yedioth Ahronoth e quindi di Ynet, le due corazzate che trainano la lunga lista di siti web, blog e gruppi social che nel corso degli ultimi dodici mesi hanno condotto una battaglia senza quartiere al Movimento BDS ottenendo anche importanti risultati nello smascherare questo movimento nazista e antisemita. Purtroppo però non è sufficiente e al Ministero per gli Affari Strategici di Israele si sono resi conto che serve una ulteriore svolta e una accelerazione nella difesa del Diritto ad esistere di Israele messo in pericolo dalle azioni di questo Movimento che punta all’annientamento di Israele. Per questo motivo si sono messe in opera alcune importanti iniziative che nei prossimi mesi dovrebbero portare la lotta al Movimento BDS a un livello superiore con il massivo coinvolgimento di tutta la comunità online vicina a Israele e alla difesa delle democrazie contro l’integralismo islamico e antisemita.

Una delle iniziative più importanti annunciate ieri è il sito web 4IL che racchiude video, caricature e articoli riferiti alle bugie diffuse dal Movimento BDS. Da 4IL si possono attingere tutta una serie di notizie e iniziative da diffondere attraverso i social per smascherare le bugie del Movimento BDS, operazioni che chiunque abbia un blog, un account sui social, un gruppo o una pagina può fare.

L’obiettivo finale è quello di mettere fuorilegge il Movimento BDS e non solo quindi quello di smascherare le fake news diffuse da questi odiatori della democrazia.

Nelle prossime settimane e mesi noi di RR unitamente alle redazioni di diversi media tra i quali Yedioth Ahronoth, pubblicheremo una serie di articoli volti a smascherare le vere intenzioni del Movimento BDS, ma serve che la comunità online che difende il Diritto all’esistenza di Israele nonché le democrazie di tutto il mondo, faccia la sua parte diffondendo gli articoli il più possibile al fine di portare la questione all’attenzione anche di chi segue le vicende distrattamente o da spettatore esterno. Serve che anche tu diventi un attivista contro il Movimento BDS.

Basta poco, non servono doti particolari o prendere impegni gravosi. Il lavoro duro non dovrete farlo voi, basterà solo diffondere il più possibile le iniziative prese dal Ministero degli Affari Strategici unitamente alla galassia di media online che aderiscono alla campagna.

Negli ultimi dodici mesi con un lavoro spesso sotterraneo siamo riusciti a portare la vicenda del Movimento BDS (come del resto quella relativa alla UNRWA) all’attenzione delle istituzioni, ma adesso serve davvero una spallata e tu puoi aiutarci a darla questa spallata.

Qui di seguito, per rinfrescarti la memoria, troverai un po’ di articoli relativi al Movimento BDS. Segui periodicamente il sito web 4IL, gli articoli diffusi dal network di siti web che aderiscono alla campagna e diffondili il più possibile. Ora più che mai serve il tuo aiuto.

Rinfrescati la memoria:

Inserisci la frase “Movimento BDS” nella casella di ricerca del nostro sito per trovare tutti gli articoli relativi al BDS

© 2017, Rights Reporter. All rights reserved. Riproduzione vietata

Recommended articles
Grazie per aver condiviso il nostro articolo