putin-iran-2

Putin sta velocemente armando l’Iran con i più moderni sistemi militari prodotti in Russia. L’ultimo accordo stipulato tra Mosca e Teheran prevede la consegna di caccia Sukhoi-30 (paragonabili agli F-15 americani), sottomarini, sistemi missilistici anti-nave, elicotteri e aerei da addestramento, il tutto per la “modica” cifra di 8 miliardi di dollari.

A far emergere questo ulteriore accordo tra Putin e gli Ayatollah è stato il Dipartimento di Stato americano che ha sollevato in particolare il problema della vendita dei caccia Sukhoi-30 che violerebbe il divieto di vendita si sistemi d’arma avanzati imposto dall’Onu all’Iran.

In una intervista alla Associated Press il portavoce del Dipartimento di Stato americano, Mark Toner, ha detto che la vendita di caccia Sukhoi-30 all’Iran deve passare per il Consiglio di Sicurezza dell’Onu e ottenere la sua approvazione. Ma Putin sembra non curarsi di questo “piccolo dettaglio” e continua imperterrito a riempire gli arsenali iraniani. Per questa settimana è prevista la consegna dei missili S-300 anche se a Mosca hanno detto che al momento la consegna è ferma in quanto Teheran non ha inoltrato il pagamento (notizia smentita dall’Iran).

Ad annunciare per primi il nuovo accordo tra Russia e Iran era stato il sito web Sputnik News il quale annunciava anche un forte interessamento iraniano per il nuovo sistema S-400. Putin sta vendendo il meglio della tecnologia militare russa agli iraniani con gravissimi pericoli per i già fragili equilibri regionali. Purtroppo tutto questo è stato reso possibile dall’accordo sul nucleare iraniano fortemente voluto dal Presidente Obama che oggi si lamenta stupidamente all’Onu perché Putin riempie gli arsenali iraniani.

Scritto da Einav Ben H.

© 2016, Rights Reporter. All rights reserved. Riproduzione vietata

1 Comment

  1. gianni centola

    Se Putin se ne frega del benestare dell’ONU sulla vendita di armi sofisticate a paesi che ancora sostengono,
    armano e finaziano il terrorismo, e’ perche’ alla Casa Bianca siede il piu’ vile, imbelle pauroso,e incapace
    presidente che il mondo ricordi. Ci fosse stato un Reagan al suo posto, il caro Vladimir, ci avrebbe pensato
    due volte prima di sfidare l’ONU e quindi gli USA.Sono d’accordissimo sul fatto che questa e’ la tragica conse
    guenza del “meraviglioso accordo” con l’Iran fortemente e caparbiamente voluto dal (mussulmano) presiden
    te Hussein Obama e dal suo degno rappresentante Kerry, come rivalsa verso Nethaniau, per non essersi piegato ai diktat della Casa Bianca

E intanto Putin riempie gli arsenali iraniani

Grazie per aver condiviso il nostro articolo