E’ l’Italia di Berlusconi il problema mondiale

I giornali e i TG di regime possono cantarla e rigirarla come vogliono ma alla fine la prova arriva dalla più autorevole delle fonti: Wall Street. Come Berlusconi ha annunciato l’anticipo del pareggio di bilancio la borsa americana è schizzata in alto chiudendo con segno positivo. Se lo avesse fatto venerdì il mondo finanziario avrebbe risparmiato centinaia di miliardi di dollari.

Ma questo al Premier italiano non importa. Lui è troppo impegnato a dire che va tutto bene e che non c’è da preoccuparsi, specie se si investono soldi sulle sue aziende quotate in borsa (alla faccia del conflitto di interessi) che, guarda caso, ieri hanno guadagnato dopo che giovedì erano quasi crollate (e ci starebbe anche una bella inchiesta CONSOB).

Insomma, è l’Italia governata da Berlusconi uno dei maggiori problemi mondiali, così grosso che ieri Obama, la Merkel e Sarkozy si sono dovuti sentire per coordinare una azione incisiva per convincere Berlusconi ad annunciare almeno un anticipo sulla manovra finanziaria. Insomma, siamo sull’orlo del commissariamento.

“Ma non vi preoccupate italiani, il Paese va bene”, ha ripetuto anche ieri sera in conferenza stampa straordinaria il rais di Arcore, smentito nei fatti dai dati sulla crescita che dicono che l’Italia è ferma al palo e che non cresce. Ora, magari a qualcuno potrà non essere chiaro, ma quando la sesta potenza economica del mondo non cresce e si ritrova il secondo debito più alto del mondo, il problema non è solo il nostro ma è di tutto il mondo. Ecco perché l’Italia di Berlusconi è un problema di tutto il mondo.

Il rais di Arcore passerà alla storia come il peggior premier che l’Italia abbia mai avuto e come il più grande illusionista della storia, altro che David Copperfield. A Silvio gli fa un baffo l’illusionismo da cabaret del mago del New Jersey. Lui, oltre che a far sparire tutti i reati che lo riguardano, riesce anche a far sparire miliardi di dollari nel giro di pochi giorni. Fallo tu Copperfield se sei buono……

Ma tranquilli italiani, il Paese è saldo. Le notizie che dicono che stiamo colando a picco sono solo balle inventate dai giornalisti comunisti che seguono le indicazioni dei magistrati comunisti che a loro volta perseguono come fine ultimo quello dell’arresto del Premier più bravo e popolare al mondo (parole sue n.d.r.). Maledetti comunisti, adesso anche il complotto mondiale hanno ordito…..

Bianca B.

© 2011, Rights Reporter. All rights reserved. Riproduzione vietata