E’ Obama il vero premier italiano, lo dicono i cablo di Wikileaks

Alla fine il quadro che esce dai cablo diffusi da Wikileaks e ripresi da L’Espresso e da Repubblica non descrivono solo un Paese reso una comica da Berlusconi ma dimostrano come alla fine il vero Premier italiano sia Obama e non Silvio Berlusconi come invece credevamo tutti.

E si perché a giudicare da quello che si legge in quei cablo, sono gli americani a delineare la politica interna e internazionale italiana, il tutto in cambio di qualche favoruccio e dell’immancabile proclamazione di stima (finta) a Berlusconi.

Sono contenti a Washington che in Italia comandi Berlusconi, un po’ come a dire che è il male minore. Qualsiasi cosa gli chiedano lui gli concede. Se poi in giro per il mondo ci sputtana tutti poco male, come detto secondo gli americani è il male minore.

L’ambasciatore americano in Italia, Ronald Spogli, descrive con parole durissime il Premier italiano. “Le sue frequenti gaffe e la povera scelta di parole hanno offeso praticamente tutte le categorie di cittadini italiani e molti Leader europei. Ha danneggiato l’immagine dell’Italia in Europa e creato un tono comico alla reputazione italiana in molti settori del Governo americano”. Eppure dai cablo emerge che al G8 dell’Aquila al Presidente Omaba venne consigliato di fare buon viso a cattiva sorte, cioè gli venne detto di elogiare pubblicamente Berlusconi per ottenere in cambio grandi concessioni, come più militari in Afghanistan e il mantenimento della missione in Libano, le basi in Italia ecc. ecc. Insomma, Berlusconi è un utile idiota alla causa americana e permette a Washington di decidere della nostra politica interna e internazionale. Siamo solo all’inizio della pubblicazione dei cablo, ma immagino che ne vedremo delle belle nelle prossime ore. Alla fine il vero Premier italiano è Obama. Berlusconi è solo il portavoce di Putin.

Bianca B.

© 2011, Rights Reporter. All rights reserved. Riproduzione vietata

Recommended articles