Egitto: Erdogan nemico del popolo egiziano e della democrazia

By , in Middle East on . Tagged width: , ,

erdogan

Se c’è qualcuno a cui proprio non va giù la rivolta popolare che in Egitto ha abbattuto il regime islamico di Mohamed Morsi e della Fratellanza Musulmana questi è il Premier turco Recep Tayyip Erdogan.

Già in passato vi avevamo raccontato come Erdogan e l’ex emiro del Qatar, Hamad bin Jassim bin Hamad Al Thani, avevano guidato occultamente l’avvento al potere della Fratellanza Musulmana in Egitto e Tunisia e come avessero organizzato la rivolta in Siria e in altri Paesi, ora siamo costretti a tornarci per rendervi conto di alcune azioni di Erdogan che vanno contro il popolo egiziano e contro la vera democrazia a cui proprio gli egiziani ambiscono.

Secondo fonti del Ministero degli Esteri egiziano ieri il premier turco avrebbe telefonato al primo ministro francese Jean-Marc Ayrault e al cancelliere tedesco Angela Merkel ai quali avrebbe chiesto di fare pressione sull’Unione Europea affinché isoli diplomaticamente il nuovo Governo egiziano e metta in campo una serie di azioni volte a sanzionare la già fragile economia egiziana. Secondo Erdogan l’Europa deve costringere l’Egitto e gli egiziani, con le buone o con le cattive, a re-insediare Mohamed Morsi e a ristabilire la legge islamica in Egitto.  I due leader europei non avrebbero assunto impegni in tal senso ma avrebbero assicurato a Erdogan che la questione egiziana sarebbe stata al centro del prossimo incontro del G20 che si terrà a settembre.

E’ preoccupante l’evoluzione verso il nazismo islamico della politica di Erdogan. Non pago di aver soffocato nel sangue la pacifica rivolta contro il suo governo islamico e autoritario, ora si permette anche di intromettersi nelle faccende egiziane e nella difficile battaglia che gli egiziani stanno combattendo per la democrazia. Proprio ieri 46 senatori americani hanno chiesto al Dipartimento di Stato americano di condannare le gravi affermazioni antisemite fatte da Erdogan mercoledì scorso durante  una manifestazione del partito islamico turco al potere. Secondo il Premier turco dietro alle manifestazioni pacifiche delle scorse settimane in Turchia ci sarebbe la lobby ebraica mondiale. Il comportamento di Erdogan ricorda sempre più da vicino quello di Adolf Hitler. E ancora in Europa c’è chi vuole la Turchia nella UE.

Amina A.

© 2013, Rights Reporter. All rights reserved. Riproduzione vietata