Egitto: Fratellanza Musulmana in piazza per ribadire “identità islamica”

Non c’è pace per l’Egitto. La Fratellanza Musulmana, messa al bando dal governo egiziano come “gruppo terrorista” ha organizzato per venerdì 28 novembre una grande manifestazione per ribadire la “identità islamica dell’Egitto”.

«I valori della Fratellanza Musulmana sono indirizzati a garantire la storica identità islamica dell’Egitto alla quale il regime di Al-Sisi si vuole sottrarre» si legge nel comunicato diffuso dalla Fratellanza Musulmana. «Gli egiziani non accetteranno che la loro identità islamica venga offuscata, che i loro luoghi di culto vengano calpestati dagli infedeli e distrutti, che le loro donne vengano rapite e violentate, le moschee bruciate e i brani del Corano dati alle fiamme» continua il comunicato che chiama i fedeli islamici alla grande manifestazione di venerdì prossimo.

Il Ministro degli interni egiziano, Mohamed Ibrahim, ha detto che la polizia e l’esercito sono in stato di allerta e che non permetteranno manifestazioni non autorizzate. Ma è presumibile che la Fratellanza Musulmana scenderà comunque in piazza anche perché, come sempre, un po’ di martiri giovano alla causa.

Il volantino distribuito dalla Fratellanza Musulmana per la chiamata all’adunata del 28 novembre è più che esplicito e mostra una bandiera nera riconducibile a quella salafita dello Stato Islamico.

[glyphicon type=”user”] Scritto da Sarah F.

[glyphicon type=”euro”] Sostieni Rights Reporter

© 2014, Rights Reporter. All rights reserved. Riproduzione vietata

Recommended articles