Egitto, i terroristi della Fratellanza Musulmana aiutati dai media internazionali

1

egitto-scontri-fratellanza-musulmana

L’ennesimo “venerdì della rabbia” indetto dalla Fratellanza Musulmana si è risolto con almeno 5 morti, oltre 100 feriti e 122 arresti. Lo riferiscono fonti del Governo egiziano. Ma l’allarme più grande arriva dall’arresto di un terrorista della Fratellanza Musulmana avvenuto nella città di Ismailia trovato in possesso di ben 14 IED (Improvised Explosive Device).

La Fratellanza Musulmana finalmente considerata in Egitto per quello che è, cioè un gruppo terrorista, sta chiaramente cercando di riprendere il potere con la forza e per fare questo non esita, come sempre, a usare donne e bambini mandati allo sbaraglio contro la polizia. E’ successo anche ieri ma chiaramente questo le “grandi” organizzazioni umanitarie internazionali non lo dicono.

Dopo i diversi attentati terroristici delle scorse settimane, tutti riconducibili alla Fratellanza Musulmana, i servizi segreti egiziani hanno fatto diversi arresti tra i quali quello riportato sopra di Ismailia, ma anche di palestinesi legati ad Hamas che si erano introdotti illegalmente in Egitto. In tre casi sono state sequestrate importanti quantità di esplosivi. Ma anche su questo i media tacciono. In compenso riportano ampiamente dei morti e feriti tra i terroristi della Fratellanza Musulmana omettendo di dire che anche centinaia di poliziotti e militari sono stati feriti, senza considerare i morti degli ultimi attentati. A tal proposito è letteralmente vergognosa l’informazione fornita dalla Al Jazeera italiana, RAI News 24, che ha rispedito in Egitto la sua inviata Lucia Goracci, resasi protagonista già in passato di una vergognosa campagna a favore della Fratellanza Musulmana, campagna immediatamente ripresa anche in questa occasione.

Sarah F.

© 2014, Rights Reporter. All rights reserved. Riproduzione vietata

1 COMMENT

  1. Più in Italia un giornalista approva la “Jihad” egiziana, più fa carriera.
    Per non parlare di tutta quella informazione sinistroide che fa dell’Italia un partner ideale per la Fratellanza.

Comments are closed.