Gaza: ONU mette sotto inchiesta IDF. Su Hamas nessuna inchiesta

By , in Middle East on . Tagged width: , , ,

Il segretario Generale dell’Onu, Ban Ki-Moon, ha annunciato che l’Onu ha messo sotto inchiesta alcuni episodi accaduti durante l’operazione Margine Protettivo e che riguardano azione del IDF. In particolare a essere sotto inchiesta sarebbero alcuni attacchi a scuole della UNRWA e il bombardamento di una spiaggia di Gaza nel quale sono morti quattro bambini. A riferirlo è il giornale arabo Al-Hayat.

Secondo quanto riferito da Al-Hayat l’Onu avrebbe formato una commissione di inchiesta per indagare in merito a circa 50 eventi nei quali sono stati uccisi dei civili palestinesi e in particolare gli attacchi a scuole della UNRWA. Tuttavia il Segretario Generale dell’Onu ha detto che la commissione indagherà “anche” sull’uso delle scuole come stoccaggio di armi e piattaforme di lancio missili da parte di Hamas.

Nessuna fiducia sulla imparzialità di questa commissione arriva da Israele tanto che il capo dell’avvocatura generale del IDF, Gen. Danny Efroni, ha annunciato la creazione di una commissione israeliana che indaghi in contemporanea con quella dell’Onu sui casi elencati da Ban Ki-Moon e anche su altri casi denunciati da alcune ONG.

Intanto Israele ha chiesto le dimissioni di William Schabas, a capo della commissione di inchiesta della Commissione dei Diritti Umani dell’Onu. Nei giorni scorsi e in altre occasioni William Schabas si è reso protagonista di dichiarazioni apertamente anti-israeliane il che fa supporre che la commissione da lui guidata non possa essere imparziale. Naturalmente William Schabas ha respinto la richiesta avanzata da Israele. In particolare Israele aveva chiesto a Schabas indagini approfondite sulle scuole della UNRWA usate come depositi di armi e piattaforme di lancio per missili ottenendo in tutta risposta dichiarazione a dir poco incredibili.

Resta il fatto che, come sempre, quando si parla di Israele l’Onu è velocissimo a organizzare commissioni di inchiesta e che queste “commissioni” indagano sempre a senso unico tralasciando tutto il resto come per esempio il fattore fondamentale che le scuole della UNRWA vengano usate da Hamas come scudo per i depositi di armi o addirittura per lanciare missili, cioè viene completamente trascurato il fattore riguardante l’azione e viene presa in considerazione solo la conseguenza. Ma soprattutto stupisce che l’Onu non cerchi nemmeno di salvare la faccia, per esempio creando una commissione di inchiesta che indaghi si crimini commessi da Hamas come per esempio prendere deliberatamente di mira i civili israeliani con il lancio di migliaia di missili oppure le esecuzioni sommarie effettuate a Gaza. Queste cose per l’Onu non sono un crimine.

[glyphicon type=”user”] Scritto da Sarah F.

[glyphicon type=”euro”] Sostieni Rights Reporter

© 2014, Rights Reporter. All rights reserved. Riproduzione vietata

Recommended articles