Global March to Jerusalem: chiusi i confini con la Cisgiordania. IDF in allarme

Il Ministro della Difesa, Ehud Barak, ha ordinato la chiusura totale di tutti i punti di accesso alla Cisgiordania per 24 ora salvo sviluppi imprevisti. La decisione arriva a seguito dell’allarme sollevato dalla Global March to Jerusalem. Si prevede infatti che diversi esaltati cercheranno di entrare in Israele.

Altre misure di sicurezza sono state rinforzate lungo il confine con la Giordania, con l’Egitto, con La Siria e naturalmente con la Striscia di Gaza.

Gli organizzatori della marcia hanno garantito che il tutto si svolgerà in maniera assolutamente pacifica ma visti  i precedenti il Governo Israeliano ne dubita molto. L’ultima volta, in occasione delle proteste per l’anniversario della creazione di Israele, almeno 15 persone vennero uccise dall’IDF mentre cercavano di entrare in Israele dai confini siriani e libanesi. Si teme che anche questa volta diversi esaltati cercheranno di penetrare in Israele.

Free Italian Press seguirà minuto per minuto questa giornata in Israele che si preannuncia caldissima. Chi volesse seguire ora per ora gli avvenimenti lo potrà fare attraverso questo sito o attraverso il forum di Secondo Protocollo a questo indirizzo.

© 2012, Rights Reporter. All rights reserved. Riproduzione vietata

Recommended articles