Grillo e la paura delle domande. Ecco cosa gli avrebbe chiesto Sky nella intervista annullata

grillo-ahmadinejad-pasdaran

Grillo ha paura di chi gli fa domande, a meno che non sia Travaglio (per ovvi motivi). Aveva dato fiato alle trombe annunciando la sua discesa (o salita) in TV. Doveva fare una intervista a Sky TV, ma all’ultimo momento ha detto di no. Perché? Ce lo spiega lo stesso Sky su Twitter dove, secondo il sito Mainfatti, pubblica le domande che avrebbe fatto a Grillo e che lo hanno probabilmente spaventato.

Ma quali erano le tanto temute domande? Cosa chiedeva Sky a Grillo tanto da spingerlo a rinunciare alla intervista? Eccole:

– A Beppe Grillo chiediamo “Voi proponete l’abolizione dell’Imu. Dove pensate di trovare i soldi?”;

– A Beppe Grillo domandiamo “La disoccupazione giovanile è al 36%. Cosa proponete in favore dei giovani?”;

– A Beppe Grillo domandiamo “Voi siete per l’abolizione di Equitalia?”;

– A Beppe Grillo domanderei: qual è la sua posizione su matrimoni e adozioni per coppie gay?;

– “Fuori dalle palle chi mi contesta”. Beppe Grillo: è ancora della stessa idea?;

– Come risponde alle critiche sulle “Parlamentarie” definite voto per pochi intimi?;

– A Beppe Grillo chiediamo: Ci spiega come funziona il Movimento 5 Stelle? Chi decide davvero?;

– Un’altra domanda per Beppe Grillo: qual è il ruolo di Gianroberto Casaleggio?;

– Ancora per Beppe Grillo: Che risultato vi aspettate dalle urne?;

– A Beppe Grillo: In Parlamento siederete a destra o a sinistra?;

– Ipotizziamo: il M5S vince le elezioni. Chi fa il premier?;

– Beppe Grillo: Cosa farà dopo le elezioni?;

– Beppe Grillo: Perché non vuole rispondere alle nostre domande?

 (fonte mainfatti.it)

Che Grillo non rispondesse alle domande lo si sapeva (vedi articolo) ma questa volta ha superato se stesso annullando una intervista sbandierata ai quattro venti che dimostra molto chiaramente come rispondere alle domande per Grillo non sia solo un timore, ma una vera e propria fobia. In compenso i suoi pasdaran fanno scorribande sui siti web che lo criticano lasciando commenti traboccanti di insulti (ma solo insulti, niente altro, nessuna difesa intelligente) tanto da costringerci a cancellarne in gran numero.

Di certo c’è che, nonostante il largo seguito, Beppe Grillo non chiarisce e non intende farlo le moltissime lacune e i tanti dubbi nati sul suo movimento. Invita in Parlamento Casapound (qui il video) e strizza l’occhio alla sinistra estrema, si comporta come un ducetto insultando tutto e tutti, ma non chiarisce nulla in merito a come farà a mettere in pratica tutte le promesse che fa. Ma soprattutto evita accuratamente di rispondere alle domande che implicano il “sistema democratico”. Ma d’altra parte, cosa ci si può attendere da uno che ammira un certo Mahmud Ahmadinejad?

Bianca B.

© 2013, Rights Reporter. All rights reserved. Riproduzione vietata