Grillo – Gabanelli: 44 gatti con il resto di due

grillo-gabanelli

Il Movimento 5 Stelle ha scelto il suo candidato alla Presidenza della Repubblica. E’ Milena Gabanelli, una giornalista, cioè appartenente a quella casta che i grillini odiano così tanto. Un vero paradosso e, detto francamente, una ridicolata che non sta in cielo né in terra.

Per votarla i grillini hanno usato il sistema “democratico” delle votazioni online. Già in passato avevamo espresso dubbi su questo sistema usato dalla premiata ditta Grillo/Casaleggio. Non è chiaramente limpido, nessuno sa mai quali siano i risultati effettivi e nessuno controlla i risultati finali. Ma evidentemente ai girillini gli sta bene essere presi per i fondelli.

Ma quello che fa specie in tutta questa ridicola messa in scena è il fatto che Grillo pretenda di imporre a tutto il Paese quello che hanno deciso i 44 gatti (con il resto di due) che hanno partecipato alla votazione online. Qualcuno dice 40.000, altri 50.000, più plausibilmente saranno tra i 25.000 e i 30.000. Quattro gatti che vorrebbero imporre le loro scelte a 60 milioni di italiani. Non male come sistema democratico.

Mi chiedo poi, al di la della serietà e competenza di Milena Gabanelli, quali requisiti abbia la bravissima giornalista per diventare Capo dello Stato e quindi capo del CSM ecc. ecc. Cioè, in un momento difficilissimo per il Paese, cosa può fare la Gabanelli. Se è questo il modo di fare politica del Movimento 5 Stelle stiamo freschi.

Bianca B.

© 2013, Rights Reporter. All rights reserved. Riproduzione vietata