Grillo, media e democrazia: letterina al capo del M5S

By , in Politica Italiana on . Tagged width: , ,

Grillo-democrazia-media1

Caro Grillo, lo so che per te il concetto di “democrazia” è un concetto molto astratto. Lo so che il concetto che hai dei media è lo stesso che ha il tuo amico Ahmadinejad: buoni se li controllo io, asseriti all’opposizione se sono liberi. Lo so che è scocciante vedere tutti quei giornalisti che fanno il loro lavoro, cioè indagano, scartabellano, pesano tutte le tue parole. Ma, caro Grillo, è questa la democrazia vera e quando tu hai deciso di scendere in campo politicamente non potevi pretendere di continuare a controllare i tuoi soldatini come tante marionette obbedienti senza doverti confrontare con i media.

Non puoi pretendere, caro Grillo, di mandare in Parlamento uno che crede che negli Stati Uniti vengano impiantati dei microchip sulla gente per controllarli da remoto (e che lo dice a Ballarò) senza che qualcuno si chieda: “ma chi cazzo sono questi dementi qua?”. Non puoi pretendere di rimanere oscuro al resto del Paese senza dare alcuna risposta, non puoi pretendere che non ti si chieda conto di tutto quello che dici e che prometti, specie se poi quelle promesse non vengono mantenute (vogliamo parlare dell’inceneritore di Parma e di altre cosucce?).

Lo so, caro Grillo, i media sono una vera scocciatura e sarebbe meglio (molto meglio) controllarli tutti come faceva il povero Chavez e come fanno i tuoi amici Ayatollah (quant’è bella la “democrazia iraniana”), ma per fortuna ancora il 100% degli italiani non si sono fatti abbindolare dai tuoi bluff e fino a quando l’Italia rimarrà un Paese democratico i media continueranno a fare il loro lavoro. D’altra parte è il tuo stesso capo (Casaleggio n.d.r.) che predica l’importanza della nuova politica basata sul web. E il web è libertà di informazione allo stato puro.

Datti una calmata Grillo. Più vai avanti più assomigli a quel nano di Arcore che tanto critichi. Vedi complotti ovunque e tendi a diventare “autoritario”. E invece di arrabbiarti perché ti paragoniamo a Hitler e ad altri fulgidi esempi di democrazia, inizia a spiegarci perché non lo dovremmo fare invece di scatenare le tue truppe sul web con insulti gratuiti ma con ben poche spiegazioni argomentate.

Carlotta Visentin

© 2013, Rights Reporter. All rights reserved. Riproduzione vietata