Grillo: quelle analogie con Hitler che fanno gelare il sangue

By , in Politica Italiana on . Tagged width: , , , ,

Questa mattina ho fatto mio un retwit di Barbara Collevecchio (@colvieux) che riporta un discorso pre-elettorale che sembra pronunciato dal leader del Movimento 5 Stelle, Beppe Grillo, ma che invece arriva dritto dritto dal 1932 ed è un discorso di Adolf Hitler. Leggetelo qui sotto:

grillo discorso hitler

Come potete notare le parole usate dal futuro Fhurer sono identiche a quelle del leader del M5S. Anche il momento sembra essere molto simile a quello che sta vivendo l’Italia, un momento dove è molto facile cadere nei trappoloni populisti ed estremisti.

Un attacco a tutto campo contro “i partiti politici”, quel dire che “sono morti” e che “il suo movimento è completamente differente dai partiti politici” e che “non potrà essere fermato”, che è “un’onda inarrestabile”.

Non vi fa passare i brividi? Non vi fa sospettare che gli italiani siano caduti in un enorme trappolone populista che si alimenta con la disperazione, con la crisi galoppante, con l’attribuzione di tutte le colpe a terzi che, al momento sono i partiti politici (magari anche a ragione), i banchieri (pure qui si potrebbe pure accettare) ma che ben presto diverranno gli ebrei o qualche altra minoranza o opposizione a questo “movimento inarrestabile”? E’ sufficiente vedere il comportamento dei grillini verso coloro che provano a contestarli o che mettono in dubbio i loro leader (Grillo e Casaleggio). Chi si oppone viene attaccato, offeso, persino velatamente minacciato. La loro “democrazia”, come quella hitleriana, non ammette distinguo, oppositori, contestatori e neppure liberi pensatori. L’unico che può pensare è Grillo (come interposta persona). E chi, anche dall’interno del movimento, fa notare che qualcosa non va bene, “va fuori dalle palle”.

Non so a voi, ma a me queste cose fanno gelare il sangue.

Bianca B.

© 2013, Rights Reporter. All rights reserved. Riproduzione vietata