Grillo: sindrome da onnipotenza

By , in Politica Italiana on . Tagged width: , , ,

ITALY REGIONAL ELECTIONS

Che il personaggio fosse decisamente pazzo lo sapevamo già. Che non gliene fregasse niente del  Paese pure. Ma che soffrisse di sindrome da onnipotenza ci rimane francamente nuova. In fondo è l’ennesima prova delle sue similitudini con Adolf Hitler. Anche il Fhurer aveva la stessa sindrome.

La prova? Il suo ultimo delirante post sul suo blog. In sostanza il vecchio comico trasformato in politicante sputa in faccia a milioni di italiani che lo hanno votato credendo che potesse fare il bene del Paese. Gli dice che hanno sbagliato a votare per il M5S perché a loro (i grillini) non gli frega niente di dare un Governo al Paese. Il Governo deve essere solo loro e solo alle loro condizioni.

In realtà non è proprio così. Il fatto è che Grillo e i suoi grillini non sanno che pesci pigliare per risolvere i tanti problemi del Paese, perché un conto è criticare da fuori, un conto è essere dentro il sistema dove le parole contano quanto zero, ma contano i fatti. Allora, per nascondere la sua incompetenza cosa fa il nostro comico? Getta continuamente fumo negli occhi degli italiani con ricette assurde oppure insistendo sul tasto della riduzione dei costi della politica. Esodati? Cosa sono? – Riforma elettorale? Cos’è? – Sviluppo? Basta un eccitante. Questi davvero non sanno cosa fare altro che cambiamento epocale.

E cosa si fa quando tutti i nodi vengono al pettine? Cosa si fa quando chi ti ha votato ti chiede conto delle promesse che gli hai fatto? Semplice, si tira fuori il vecchio delirio da onnipotenza, quello della serie “o con me, o contro di me”, quello della serie “ma chi cazzo siete voi per criticarmi?” Mi avete votato? Beh, avete sbagliato e comunque io so io e voi non siete un cazzo.

Povero Grillo, in fondo mi fa un po’ pena. Nemmeno lui si immaginava un risultato elettorale del genere, tanto che proprio non si era preparato. E si vede.

Che dire? Se avete votato per il Movimento 5 Stelle e avete creduto che questo comico prestato alla politica avesse fatto il vostro interesse, vi siete sbagliati. Lo dice lui stesso (Grillo) anche se condisce il tutto con il solito fumo negli occhi.

Bianca B.

© 2013, Rights Reporter. All rights reserved. Riproduzione vietata