Guerra Iran-Arabia Saudita: la pericolosa escalation che coinvolge il Libano

La forte presa di posizione dell’Arabia Saudita nei confronti del Libano sembra essere l’inizio di una pericolosa escalation che rischia di trasformare il Paese dei cedri nel nuovo Yemen

By , in Middle East on . Tagged width: , , , , ,

Ieri l’Arabia Saudita ha accusato il Libano e più in particolare Hezbollah di aver dichiarato guerra al regno saudita dopo che la scorsa settimana un missile lanciato dallo Yemen, secondo i sauditi per mano di Hezbollah, è stato intercettato prima che colpisse la capitale, Riyad.

«Tratteremo il Libano come uno Stato che dichiara guerra all’Arabia Saudita a causa delle milizie Hezbollah» ha detto il Ministro per gli Affari del Golfo, Thamer al-Sabhan, ad Al-Arabiya. Tuttavia il vero obiettivo dei sauditi non sembra essere il Libano ma l’Iran di cui proprio Hezbollah è il braccio armato nel Paese di cedri.

Quella saudita è una mossa piuttosto spericolata, coinvolgere il Libano per attaccare Hezbollah e quindi l’Iran, accusato tra l’altro di aver violato la Risoluzione 2216 del Consiglio di sicurezza dell’Onu che proibisce agli Stati di fornire armi ai gruppi armati in Yemen.

La dichiarazione del Ministro saudita arriva a pochi giorni dalle dimissioni del Premier libanese, Saad Hariri, dimissioni che sono arrivate proprio a causa del ruolo di Hezbollah e dell’Iran in Libano che nei fatti rappresentato una resa all’espansionismo iraniano e che consegnano il Paese nelle mani degli Ayatollah iraniani.

Così il Libano si viene a trovare improvvisamente immerso fino al collo nella guerra non dichiarata tra Arabia Saudita e Iran esattamente com’è successo allo Yemen e visto quello che sta avvenendo nel Paese arabo non è decisamente un buon segnale.

Preoccupazioni anche in Israele

Il tentativo saudita di coinvolgere il Libano nella guerra tra Riyad e Teheran non piace tantissimo a Israele. Pur consci della pericolosità di Hezbollah e dell’Iran e del fatto che effettivamente il Paese dei cedri sia ormai diventato una colonia iraniana, Israele ha sempre cercato di evitare di coinvolgere il Libano nella sua guerra con Hezbollah separando i terroristi sciiti armati e finanziati da Teheran dal Governo politico del Paese. Oltre a tutto c’è il rischio serio che una escalation in Libano per mano saudita possa accelerare il confronto armato tra Israele ed Hezbollah, un confronto che in molti giudicano inevitabile ma che al momento non sembra realmente interessare né Gerusalemme né i terroristi libanesi. Israele vorrebbe limitare il suo confronto con Hezbollah e con i pasdaran iraniani al fronte del Golan e della Siria senza coinvolgere il Libano nella speranza, ormai molto remota, che siano i libanesi a limitare Hezbollah. Tuttavia anche in Israele c’è chi sostiene che se deve esserci un confronto armato con Hezbollah questo sarebbe il momento giusto per farlo visto che con il suo coinvolgimento nella guerra in Siria il gruppo terrorista libanese risulta essere notevolmente indebolito.

© 2017, Rights Reporter. All rights reserved. Riproduzione vietata

Grazie per aver condiviso il nostro articolo