Guerra tra Sudan e Sud Sudan: l’ONU chiede la fine dei combattimenti

Il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite ha chiesto questa notte la fine dei combattimenti tra le forze armate di Sudan e Sud Sudan. L’Onu ha chiesto alle due parti di ritirare tutte le forze militari ad almeno 10 Km dai confini provvisori.

Diverse le reazioni di Khartoum e di Juba. Il Sudan pretende che le forze armate sud-sudanesi lascino immediatamente la zona petrolifera di Heglig occupata da martedì scorso dal Sudan People Liberation Army (SPLA), l’esercito del Sud Sudan. Juba invece pretende che le forze armate sudanesi lascino immediatamente la zona contesa di Abyei occupata da diverso tempo dall’esercito sudanese e che vengano interrotti gli attacchi aerei al territorio del Sud Sudan.

«Il Sud Sudan si ritirerà da Heglig solo quando verrà garantito il contestuale ritiro delle truppe sudanesi da Abyei e la fine degli attacchi aerei al territorio del Sud Sudan», ha detto oggi ad Al Jazeera il Ministro delle comunicazione del Sud Sudan, Barnaba Marial Benjamin.

Di contro il dittatore sudanese, Omar al-Bashir, ricercato dal Tribunale Penale Internazionale per crimini contro l’Umanità, ha detto che «se l’esercito del Sud Sudan non si ritirerà subito da Heglig vorrà dire che vogliono la guerra e il Sudan è pronto a farla».

Intanto altri bombardamenti dell’aviazione sudanese vengono segnalati anche questa mattina in territorio sud sudanese, in particolare nello Stato di Unity dove ad essere colpito sarebbe stato uno snodo stradale di fondamentale importanza nei pressi della città di Bentiu.

© 2012, Rights Reporter. All rights reserved. Riproduzione vietata