≡ Menu

Hamas ordina escalation di attacchi suicidi contro israeliani

Hamas ha ordinato una escalation di attacchi suicidi contro cittadini israeliani. Lo riferisce il Times of Israel che cita una fonte della Autorità Nazionale Palestinese (ANP).

Secondo la fonte del Times of Israel dagli interrogatori dei terroristi arrestati condotti dalla polizia palestinese e dalle intercettazioni emerge che Hamas ha inviato ordini ai propri militanti in Cisgiordania nei quali di chiede (si ordina) di organizzare grandi attentati suicidi contro cittadini israeliani oltre a intensificare gli attacchi con i coltelli e gli attentati veicolari. Secondo la fonte l’intenzione di Hamas è quella di innalzare ulteriormente la tensione in modo da spingere Israele a intensificare le misure di sicurezza e repressive aumentando l’esasperazione della popolazione palestinese e indebolire la Autorità Nazionale Palestinese.

Le autorità israeliane sembrano prendere molto sul serio le rivelazioni provenienti dalla ANP. Si teme concretamente un salto di qualità degli attacchi e che si passi dagli attacchi singoli, che hanno provocato comunque decine di morti e centinaia di feriti, agli attentati in grande stile con l’utilizzo di kamikaze e di autobombe. Fino ad oggi la Jihad palestinese non sembra essere molto coordinata dall’alto, ma se le informazioni ottenute dal Times of Israel corrispondono a verità si profila una svolta in peggio con un coordinamento e un maggiore impegno da parte di Hamas.

La scorsa settimana il leader di Hamas, Khaled Mashaal, ha detto che “il processo di pace è inutile” e ha chiesto una intensificazione degli attentati contro i cittadini israeliani affermando che “il percorso della Jihad e del martirio è l’unica strada percorribile”. Khaled Mashaal ha poi fatto intendere che ci sarà un maggior coinvolgimento di Hamas nella Jihad palestinese e in particolare che il gruppo terrorista intende prendere il controllo della protesta in Cisgiordania. «Missili e Kalashnikov non sono alla portata di tutti» ha detto ancora Mashaal «ma ci sono i coltelli e le auto per colpire il nemico. Nessuno può abbandonare la via della Jihad» ha concluso il capo dei terroristi palestinesi.

Scritto da Sarah F.

© 2015, Rights Reporter. All rights reserved. Riproduzione vietata




Comments on this entry are closed.