Hamas pianifica attentati nel sud di Israele. IDF in massima allerta

Che Hamas, il gruppo terrorista che tiene in ostaggio la Striscia di Gaza, non fosse d’accordo con Abu Mazen in merito alla richiesta di riconoscimento dello Stato palestinese, lo si sapeva e lo abbia riferito l’altro giorno spiegandone i motivi. Ma che cercasse addirittura di far deragliare una eventuale ripresa dei colloqui di pace con una serie di attentati non era certo nei piani del leader della ANP.

E invece è proprio quello che sta accadendo lungo il confine tra Israele ed Egitto. Precise e confermate informazioni di intelligence parlano infatti di “altissimo rischio di attentati lungo il confine tra Egitto e Israele”. Secondo queste fonti Hamas starebbe pianificando una serie di attentati nel sud di Israele con attentatori kamikaze che attraverserebbero il confine che divide Israele dall’Egitto nel tentativo di scatenare una reazione israeliana che possa far fallire qualsiasi ipotesi di ripresa dei colloqui di pace.

Il comando generale dell’IDF ha messo in stato di massima allerta le forze di sicurezza nel sud di Israele parlando di “minaccia certa e confermata” e di informazioni che parlano di una cellula di terroristi di Hamas che si trova già nella penisola del Sinai pronta a scatenare una serie di attacchi multipli contro il territorio israeliano.

Il comando generale dell’IDF ha chiesto alla popolazione di mantenere una “attenzione molto alta” e di limitare gli spostamenti nei territori in prossimità del confine con l’Egitto ribadendo che “il rischio di un attacco e molto alto e confermato”.

Secondo Protocollo Israel

© 2011, Rights Reporter. All rights reserved. Riproduzione vietata