Hassan Rohani, il riformatore che impicca i riformatori

hassan-rohani

Inizia pian piano a emergere il vero volto del “riformatore” Hassan Rohani, quello vhe è stato oscurato da una operazione simpatia senza precedenti a livello globale. Se all’esterno Hassan Rohani si presenta come il volto nuovo del regime iraniano, compito reso fin troppo facile dal suo predecessore, Mahmoud Ahmadinejad, all’interno dell’Iran le cose sono assai diverse e i veri riformatori si preferisce impiccarli.

Secondo la Iran Human Rights Documentation Center at Yale University tra l’11 e il 29 settembre in Iran sono state eseguite 31 esecuzioni tramite impiccagione. Di questi almeno 18 erano oppositori politici, giovani ragazzi che avevano avuto l’ardire di contestare il regime, alcuni in carcere a Evin dal 2009. Gli altri erano accusati genericamente di “reati contro Dio”, sistema molto usato in Iran per condannare a morte gli oppositori politici di cui però non si hanno molte prove, mentre alcuni erano “trafficanti di droga”.

E’ la svolta autoritaria che in tanti temevano impressa dal nuovo Ministro della Giustizia iraniano, Mostafa Pour-Mohammadi, nominato proprio da Hassan Rohani.

Mostafa Pour-Mohammadi è noto per l’essere l’artefice di una delle più grandi stragi di massa di oppositori della storia. Nel 1988 ordino l’uccisione di migliaia di dissidenti politici, centinai di omicidi mirati, decine di migliaia di detenzioni. E oggi il riformatore Hassan Rohani lo ha messo alla guida del Ministero della Giustizia. Non male come segnale riformista.

Le riforme in Iran promesse da Hassan Rohani finiscono appese per il collo prima ancora di cominciare. E quest’uomo avrebbe incantato tutto il mondo solo perché ha detto un paio di cose in maniera meno estremista di come le diceva il suo predecessore (pur dicendo le stesse cose) e perché ha scambiato due parole al telefono con Obama.

In realtà Hassan  Rohani è un Ayatollah, niente di più, niente di meno, e come tale si comporta. Ottimo mentitore che però alla verifica dei fatti usa la corda al collo per bloccare qualsiasi dissenso. E qualcuno gli vorrebbe dare una bomba atomica.

Sarah F.  

© 2013, Rights Reporter. All rights reserved. Riproduzione vietata

Recommended articles