Il complotto (falso) di CIA e MOSSAD per distruggere l’Iran

By , in Editoriali on . Tagged width: , , , , ,

CIA e MOSSAD vogliono distruggere il regime degli Ayatollah e instaurare in Iran una democrazia, vogliono resuscitare il movimento verde iraniano per abbattere Khamenei e il potere delle Guardie della Rivoluzione Iraniana. Ecco perché sono state tolte le sanzioni all’Iran dopo il raggiungimento dell’accordo sul nucleare.

Vi sembra paradossale questo ragionamento? Si? Beh, sappiate che è il ragionamento fatto dal Grande Ayatollah Ali Khamenei alle guardie rivoluzionarie all’indomani dell’accordo sul nucleare iraniano. Khamenei è convinto che dietro all’annullamento delle sanzioni ci sia un complotto ordito da CIA e MOSSAD per far assaggiare ai giovani iraniani gli agi e le bellezze del benessere economico in modo da spingerli a ribellarsi al regime degli Ayatollah, per questo le centinaia di miliardi di dollari sboccati dall’accordo non andranno per migliorare le condizioni di vita della popolazione iraniana ma saranno impiegati per potenziare il regime. «La politica estera iraniana e l’atteggiamento verso gli Stati Uniti non cambieranno» ha tuonato Khamenei di fronte ai vertici delle guardie rivoluzionarie preoccupati dal successo di immagine che stanno ottenendo tra i giovani Hassan Rouhani e, soprattutto, Mohammad Zarif.

Giovani iraniani festeggiano la fine delle sanzioni rispolverando i vecchi simboli del movimento verde
Giovani iraniani festeggiano la fine delle sanzioni rispolverando i vecchi simboli del movimento verde

Se in occidente ai più è sfuggito che i giovani iraniani scesi in piazza per festeggiare l’accordo sul nucleare iraniano e quindi la fine delle sanzioni, non festeggiavano l’accordo in se ma chiedevano che con la fine delle sanzioni fossero avviate riforme democratiche e che nel farlo rispolveravano slogan ed eroi del movimento verde (tra le altre cose hanno chiesto la liberazione dei leader del movimento), il fatto non è sfuggito ai pasdaran e a Khamenei che sin da subito hanno messo le mani avanti affermando che con la fine delle sanzioni non cambierà proprio nulla. E cosa c’è di meglio che tirare fuori un bel complotto di CIA e MOSSAD per farlo? Secondo il loro ragionamento americani e israeliani fanno solo finta di litigare in merito all’accordo sul nucleare iraniano, in realtà vogliono corrompere la gioventù iraniana con le perversioni dell’occidente per spingerli a ribellarsi al regime e abbatterlo. «Stati Uniti e Israele vogliono distruggere la Repubblica Islamica, per questo non dobbiamo abbassare la guardia» ha detto Khamenei davanti alle reclute dei pasdaran e ai comandi delle Guardie della Rivoluzione. Tradotto, manteniamo il controllo e il polso fermo sulla popolazione e teniamola lontana dal fargli assaggiare il benessere.

In pochi giorni i fautori dell’accordo sul nucleare iraniano che sostenevano il fatto che con il sollevamento delle sanzioni la drammatica situazione di vita degli iraniani sarebbe migliorata sono stati serviti. Tutti quei miliardi non andranno nel sollievo della popolazione ma saranno impiegati nel rafforzamento del regime, cioè verranno spesi nel sostegno ai terroristi, al regime siriano e a i tanti amici degli Ayatollah, con buona pace dei giovani iraniani.

E la vittoria sul complotto di CIA E MOSSAD ai danni dell’Iran è stata celebrata dal rapper Tataloo con un video, autorizzato dal regime, che in pochi giorni è stato visto da milioni di iraniani. E’ la vittoria sullo schema inventato da americani e israeliani secondo cui “esporre i giovani iraniani alle meraviglie del mondo li avrebbe spinti ad abbattere il regime degli Ayatollah”.

Quindi stiano pur tranquilli coloro che credevano che il sollevamento delle sanzioni all’Iran avrebbe portato enormi benefici alla popolazione iraniana, il complotto di CIA e MOSSAD è stato scoperto e sventato. Tutto quel denaro i cittadini iraniani non lo vedranno nemmeno con un telescopio.

Scritto da Shihab B (Beirut)

© 2015, Rights Reporter. All rights reserved. Riproduzione vietata