Il Grande Ayatollah Barack Hussein Obama

By , in Middle East on . Tagged width: , , ,

obama-ayatollah

La farsa di Obama sul nucleare iraniano continua e ogni giorno si arricchisce di nuovi episodi che se non fossero così drammatici sarebbero pure comici. Ora il Presidente americano minaccia di mettere il veto su una legge bipartisan del Congresso che chiede sanzioni su 24 aziende iraniane legate al programma nucleare di Teheran e sanzioni automatiche se gli Ayatollah iraniani non rispetteranno gli accordi farsa presi lo scorso 24 novembre.

Ma il punto più controverso al quale Obama si oppone fermamente è quello che riguarda l’eventuale sostegno americano a Israele nel caso lo Stato Ebraico decidesse di agire contro il programma nucleare iraniano. I senatori americani, di ambedue gli schieramenti, hanno introdotto nella legge su cui Obama vuole mettere il veto, che nel caso Israele dovesse attaccare le centrali atomiche iraniane, gli Stati Uniti si impegnano a dare allo Stato Ebraico pieno sostegno militare, diplomatico e finanziario. Questo ha mandato su tutte le furie Obama, sempre più Ayatollah e sempre meno capo di quello che dovrebbe essere il Paese più democratico del mondo e che per anni ha difeso il mondo intero da ogni pericolo totalitario.

La metamorfosi di Obama è talmente evidente che neppure i suoi più accaniti sostenitori possono più far finta di nulla. Nei fatti Obama non solo sta tradendo un’alleanza storica, quella con Israele, ma sta consegnando le chiavi di un arsenale nucleare al regime più totalitario e sanguinario del mondo. E se qualche passionario del nuovo corso islamico del Presidente americano (il vecchio corso ha consegnato il nord Africa ad Al Qaeda) dovesse pensare che tanto per gli Stati Uniti non c’è pericolo vogliamo ricordare non solo gli sviluppi fatti nel settore dei missili balistici dall’Iran, ma anche che i missili iraniani sono già a due passi dagli Stati Uniti e che quindi il pericolo riguarda anche la sicurezza degli USA.

Quello che continua a stupirci è come gli americani possano tacere di fronte alle continue bugie di Barack Hussein Obama. Per molto meno avevano crocefisso Bill Clinton nonostante come Presidente fosse ad anni luce da questo fantoccio islamista. Questo davvero è un mistero inspiegabile.

Noemi Cabitza

© 2013, Rights Reporter. All rights reserved. Riproduzione vietata

Recommended articles