Middle East

Il Medio Oriente è in fiamme ma l’Europa è ossessionata da Israele

europa-israele-mogherini

Mentre il Medio Oriente è in fiamme e ogni giorno si assiste a immani stragi, l’unica ossessione dell’Europa rimane Israele. Non si spiega altrimenti la decisione del Consiglio Affari Esteri dell’Unione Europea di preparare una risoluzione a favore dell’iniziativa di pace francese, una risoluzione che a quanto pare sarà addirittura più arrogante della pretesa francese di imporre una soluzione dall’alto senza tenere conto di Israele.

A dimostrarci l’arroganza europea sono le parole di Federica Mogherini riportate da Haaretz. Secondo la Mogherini tutti vorrebbero colloqui diretti tra israeliani e palestinesi solo che siccome non ci sono iniziative in tal senso la proposta francese è l’unica in grado di risolvere lo stallo. Peccato che la Mogherini ometta volontariamente di dire che da diversi mesi Netanyahu chiede al Presidente palestinese, Abu Mazen, colloqui faccia a faccia, colloqui che naturalmente Abu Mazen rifiuta. Chi glielo fa fare con i francesi che vorrebbero imporre le decisioni dall’alto e con l’Europa che oltre a sostenere il piano francese continua imperterrita a inviare fiumi di denaro a fondo perduto nei conti correnti della dirigenza palestinese?

La risoluzione europea a favore della iniziativa francese dovrebbe essere votata domani (lunedì) e vederebbe l’adesione anche di Paesi storicamente vicini a Israele quali Cipro, Italia e Germania. Il lavoro della Mogherini per convincere gli indecisi è stato massiccio e a quanto pare fruttuoso. L’Europa vorrebbe avere l’arroganza di imporre una soluzione dall’alto a Israele, una soluzione che Israele semplicemente non può accettare. Ed è questo il subdolo piano della Mogherini, imporre una soluzione fortemente pro-palestinese ben sapendo che Israele non la può accettare in modo che, come sempre, la colpa non ricada su chi non vuole trattare (i palestinesi) ma esclusivamente su Gerusalemme.

L’adesione europea al ridicolo piano francese arriva in un momento in cui le carte nel complesso tavolo mediorientale si stanno velocemente rimescolando con diversi Paesi arabi sempre più propensi a scaricare i palestinesi a favore di una alleanza strategica con Israele, il tutto con la palese esclusione dell’Europa. La Mogherini tutto questo non lo può accettare, anche perché se tutto ciò avvenisse a rimetterci sarebbe l’Iran, e quale miglior mezzo per ostacolare le iniziative arabo-israeliane se non quello di appoggiare la proposta francese in modo di poter additare Israele come unico responsabili di un sicuro fallimento?

Scritto da Maurizia De Groot Vos

© 2016, Rights Reporter. All rights reserved. Riproduzione vietata

2 Comments

  1. Yakov Giu 19, 2016
    • barbara Giu 19, 2016