Il Sudan protegge Joseph Kony

By , in Africa on . Tagged width: , , ,

sudan-lra-bambini-soldato

Fonti dell’intelligence ugandese riferiscono che il gruppo ribelle del Lord’s Resistence Army (LRA) guidato dal  criminale internazionale ricercato dal Tribunale Penale Internazionale, Joseph Kony, non si trova più nel Garamba park, nel nord della RD Congo, ma che si è trasferito in Sudan sotto la protezione di Omar al-Bashir, anche lui ricercato dal TPI per crimini di guerra.

Nel Garamba Park sarebbe rimasto solo un piccolo drappello di uomini con lo scopo di ingannare le ricerche degli eserciti che attualmente stando dando la caccia a Joseph Kony in una delle più grandi caccia all’uomo della storia africana.

Secondo l’intelligence ugandese Joseph Kony e i suoi uomini sarebbero in una zona boscosa posizionata lungo il confine di tre Stati: Sudan, Sud Sudan e Repubblica Centrafricana, ma in territorio del Sudan e più precisamente nell’area del Radom National Park. La zona è sotto il controllo dell’esercito sudanese e i militari stranieri non vi possono accedere. Attualmente sono tre gli eserciti che danno la caccia a Joseph Kony e ai suoi bambini soldato, quello congolese, quello del Sud Sudan e quello ugandese.

Che Bashir proteggesse e armasse da moltissimi anni il LRA lo si sapeva anche se non si è mai riusciti a fare un collegamento diretto tra Kony e Bashir. Durante la guerra con il Sud Sudan gli uomini del LRA combatterono al fianco del Sudan e si macchiarono di atroci stragi alternando attacchi nel nord Uganda e in Sud Sudan. Se ora venisse provato che Bashir sta dando rifugio al LRA in territorio sudanese si aprirebbe la possibilità per gli eserciti che gli danno la caccia di entrare legalmente in Sudan.

Nelle scorse settimane il LRA ha attaccato diversi villaggi in Repubblica Centrafricana e in Sud Sudan uccidendo una trentina di persone e portando via oltre 40 bambini da trasformare in bambini soldato. Inizialmente si credeva che gli attacchi partissero dal Garamba Park  anche se nessuno si spiegava come potessero i ribelli sparire nel nulla con una zona così vasta praticamente circondata da tre eserciti. Ora è tutto più chiaro. Mentre tutti controllavano il Nord del Congo loro erano tranquillamente in territorio sudanese.

Omar al-Bashir ha usato per anni i guerriglieri del LRA per destabilizzare tutta la regione, ma nessuno ha mai potuto provare con certezza che ci fosse il Sudan dietro a Joseph Kony. Ora tutto potrebbe cambiare.

Claudia Colombo

© 2013, Rights Reporter. All rights reserved. Riproduzione vietata