Incubo iraniano: migliaia di pasdaran in Siria pronti a colpire Israele

Secondo alcuni rapporti convergenti dei servizi israeliani, americani e turchi, l’Iran sta inviando migliaia di pasdaran in Siria, ufficialmente per dare man forte al regime di Bashar al Assad, in realtà per preparare una vera e propria forza offensiva contro Israele.

Decine e decine di aerei atterrano ogni giorno all’aeroporto di Damasco scaricando armi e uomini iraniani. Lo scudo è quello perfetto di un accordo di mutua assistenza tra Teheran e Damasco. In realtà l’Iran sta posizionando in Siria un vero e proprio esercito pronto a colpire Israele nel caso a Gerusalemme decidessero di attaccare i siti nucleari iraniani.

Il piano, svelato dai servizi israeliani e americani, sarebbe quello di coadiuvare un attacco di terra contro Israele in collaborazione con Hezbollah e, forse, Hamas. Il conflitto siriano offre uno scudo perfetto per mettere a punto questo piano criminale. Nessuno può controllare quanti siano i pasdaran iraniani in Siria, che armi hanno e quali siano realmente i loro obbiettivi. Secondo i servizi turchi i pasdaran presenti in Siria sarebbero già diverse migliaia, notizia confermata dai satelliti americani.

Gli iraniani non negano che pasdaran e Forze Qod siano in Siria, ma mentono palesemente sui numeri. Qualche giorno fa il capo delle Guardie della Rivoluzione Iraniana, Mohammad Ali Jafari, ha ammesso la presenza di “un certo numero di Forze Qod” alludendo a qualche centinaio di uomini con il compito di “consulenti”. In realtà sono migliaia di uomini, ben armati, altamente addestrati  e con ben altri obbiettivi di quelli dichiarati, cioè aiutare Assad.

L’allarme in Israele è altissimo. Non è un caso che nei giorni scorsi si siano tenute grandi manovre militari sulle Alture del Golan e che l’IDF abbia ulteriormente rafforzato il contingente Nord. Gli analisti dei servizi danno per certa una azione militare iraniana in caso di attacco alle centrali atomiche, ma non escludono nemmeno una “azione preventiva”. Avere migliaia di pasdaran iraniani massicciamente armati a pochi Km dal confine con Israele è il peggior incubo che potesse capitare al piccolo Stato Ebraico.

Miriam Bolaffi

© 2012, Rights Reporter. All rights reserved. Riproduzione vietata

Recommended articles