Iran, nuove centrifughe per arricchire uranio. Che ne dicono Obama e la Bonino?

By , in Middle East on . Tagged width: , , ,

iran-bonino-nucleare

In Iran stanno testando nuove centrifughe per l’arricchimento dell’uranio in barba alle dichiarazioni fasulle di Obama e dei leader occidentali i quali sostengono che con l’accordo sul nucleare iraniano Teheran fermerà l’arricchimento.

La notizia è ufficiale e arriva direttamente da Ali Akbar Salehi, capo dell’Organizzazione dell’energia atomica iraniana, il quale in una intervista a Press TV ha detto che in Iran stanno testando una nuovissima generazione di centrifughe e che i test sono alla fase finale, dopo di che si procederà alla produzione massiccia e alla loro installazione. Secondo quanto dice Salehi alla TV iraniana le nuove centrifughe avrebbero una capacità produttiva quadrupla rispetto alle centrifughe di nuova generazione appena installate, le IR-2M già dieci volte più veloci delle vecchie centrifughe.

Ora, a noi francamente non sembra che in Iran siano intenzionati a interrompere l’arricchimento del’uranio come afferma Obama e come ha affermato di recente il Ministro degli Esteri italiano, Emma Bonino, anzi sembra che stiano accelerando proprio sull’arricchimento.

E le notizie non sono buone nemmeno sul fronte del reattore ad acqua pesante di Arak. Gli iraniani infatti non solo non hanno fermato la sua costruzione, ma hanno accelerato i lavori e terminato l’installazione dell’impianto per la produzione di acqua pesante. Obama aveva garantito invece l’immediato stop dei lavori sul sito di Arak.

A questo punto è chiaro a tutti che in Iran volevano solo la fine delle sanzioni, cosa che per altro è andata bene a tutti per riprendere il business con Teheran, ma che il programma nucleare procede a grandi passi. Cosa ne dicono adesso Obama e la Bonino così prodighi di elogi al regime iraniano?

Noemi Cabitza

© 2013, Rights Reporter. All rights reserved. Riproduzione vietata