L’Iran pianificava un attentato all’ambasciata israeliana in Kenya

L’Iran stava pianificando un attentato all’ambasciata israeliana a Nairobi, in Kenya. E’ quanto emerge dopo l’arresto di due cittadini iraniani e del loro autista keniota trovati in possesso di materiali video e immagini relativi alla sede diplomatica israeliana.

Sayed Nasrollah Ebrahimi, Abdolhosein Ghola Safafe e il loro autista, Moses Keyah Mmboga, sono stati arrestati dalla polizia di Nairobi perché sorpresi a girare video dell’ambasciata israeliana in Kenya. La polizia ha rinvenuto anche diverso materiale relativo alla sede diplomatica israeliana che fa pensare che i due iraniani con la complicità del loro autista keniota stessero organizzando un attentato alla sede diplomatica dello Stato Ebraico.

I tre uomini sono stati sorpresi dalla polizia di Nairobi martedì scorso mentre stavano effettuando sopralluoghi e riprese intorno all’ambasciata israeliana in Kenya. Il procuratore di Nairobi, Duncan Ondimu, ha detto che i due iraniani sono in stato di fermo con l’accusa di pianificare un attentato ma non ha fornito ulteriori dettagli mentre l’ambasciata iraniana non ha rilasciato alcuna dichiarazione in merito. L’avvocato dei due iraniani, Cohen Amanya, ha detto che i suoi assistiti erano in Kenya per un periodo di vacanza e che non ci sono prove della loro intenzione di voler compiere un attentato contro l’ambasciata israeliana in Kenya. Ma la polizia sostiene di essere in possesso di abbastanza materiale che conferma l’accusa. I tre compariranno in tribunale per un interrogatorio questa mattina.

Nessuna dichiarazione dalla ambasciata israeliana in Kenya. Il livello di allarme è già elevato ai massimi livelli e l’arresto dei due iraniani e del loro autista non cambia nulla nella implementazione della sicurezza della sede diplomatica. I servizi di intelligence israeliani qualche settimana fa avevano messo l’ambasciata israeliana a Nairobi tra i possibili obiettivi di un attacco terroristico iraniano o degli Hezbollah legati a Teheran e per questo la vigilanza è già al massimo livello.

Scritto da Sarah G. Frankl

© 2016, Rights Reporter. All rights reserved. Riproduzione vietata

Recommended articles