≡ Menu

ISIS minaccia olimpiadi di Rio 2016

Com’era prevedibile sono arrivate minacce concrete da parte di ISIS nei confronti delle olimpiadi di Rio 2016. Fonti di intelligence brasiliane hanno fatto sapere che stanno indagando su alcuni messaggi di minacce apparsi su alcuni siti jihadisti vicini allo Stato Islamico.

In particolare i servizi segreti brasiliani starebbero indagando su un gruppo jihadista brasiliano denominato Ansar al-Khilafah Brazil il quale usando l’applicazione Telegram avrebbe diffuso diversi messaggi di minacce che l’intelligence brasiliana considera attendibili.

A segnalare ai servizi segreti brasiliani i messaggi di minaccia contro Rio 2016 sarebbe stato il SITE Intelligence Group che monitora le attività del ISIS in rete. Secondo il SITE diversi messaggi in inglese, arabo e portoghese sarebbero stati diffusi dal gruppo jihadista Ansar al-Khilafah Brazil, messaggi nei quali si invita a colpire Rio 2016 con ogni mezzo.

Le autorità brasiliane non sottovalutano la minaccia e hanno deciso di innalzare ulteriormente le misure di sicurezza sia nei confronti degli atleti che verso il pubblico che si prevede numerosissimo. In particolare dopo gli attacchi terroristici in Europa sono stati innalzati i livelli di guardia nei punti di maggior assembramento e si stanno predisponendo controlli stringenti sia intorno al villaggio olimpico che intorno ai punti dove cittadini e turisti potranno seguire lo svolgimento dei giochi olimpici. Testimo oculari riferiscono che già dal fine settimana scorso polizia e forze armate hanno aumentato considerevolmente la loro presenza intorno ai punti sensibili.

L’agenzia di intelligence brasiliana, ABIN, ha fatto sapere che indaga ogni singola minaccia a Rio 2016 e che non sottovaluta nessun messaggio. Lunedì il presidente ad interim Michel Temer ha pubblicato un video nel quale invita gli stranieri ad andare a Rio e a godere i giochi e le bellezze della città garantendo sicurezza per tutti.

Redazione

© 2016, Rights Reporter. All rights reserved. Riproduzione vietata




Comments on this entry are closed.

  • nunù Lug 21, 2016, 0:52

    ma quante persone sarà il gruppo Ansar al-Khilafah Brazil? In Brasile la comunità islamica è lo 0,02% della popolazione e in mezzo a questa sparuta presenza trova spazio anche un gruppo jihadista? Ma allora davvero non hanno niente di meglio da fare dalla mattina alla sera i buoni musulmani. Qui nessuno mette in dubbio che anche al più pacifico buddhista possa scaldar la testa, ma gli islamici sono gli unici che ovunque si insedino si organizzano scientemente per reprimere chi non la pensa come loro. Lo 0,02% della popolazione e in mezzo a loro persino il posto per un gruppo di neo-taglia teste! Certo esistono casi come il gruppo terrorista cristiano ugandese LRA, ma non c’è nessuna possibilità di paragone, a livello di numeri, tra il fenomeno di organizzazioni violente presso l’islam e altre religioni. Sono basito.

    • barbara Lug 21, 2016, 3:42

      Lo 0,02% di 200 milioni sono 40.000 persone. Con un 5% di terroristi (2000) e un 20% di sostenitori (8000) sono perfettamente in grado di mettere a ferro e fuoco un’intera nazione.