Islam in piena espansione in Africa: lo sterminio dei non islamici come arma

By , in Africa on . Tagged width: , , , ,

Islam in Africa – L’ultima bomba contro una chiesa cristiana è stata fatta esplodere ieri in Kenya, a Garissa, ma arriva dopo decine e decine di attentati mirati contro i cristiani che ancora qualcuno in occidente si ostina a definire “settari” quando invece sono chiaramente anti-cristiani.

L’Islam è in forte e violenta espansione in Africa. A testimoniarlo non ci sono voci o illazioni, ma fatti concreti. Il Mali del Nord è capitolato sotto la dittatura islamica senza che nessuno abbia mosso un dito nemmeno quando distruggevano i preziosi santuari di Timbuktu, patrimonio dell’umanità. Nel Maghreb l’Islam integralista è in forte espansione con le milizie salafite che fanno il buono e il cattivo tempo. L’Africa occidentale è ormai un immenso campo di addestramento dei terroristi legati ad Al Qaeda. La Nigeria è letteralmente ostaggio del gruppo terrorista islamico di Boko Haram. Il Sudan (quello del nord) ha reintrodotto la Sharia e collabora fattivamente con l’Iran. L’Eritrea, regime notoriamente ostile a qualsiasi religione, appoggia fattivamente le milizie somale di Al Sahaabab, anch’esse legate ad Al Qaeda. Da mesi il Kenya è sottocontinuo attacco delle milizie islamiche. L’Uganda deve contrastare gruppi islamici sempre più numerosi e violenti. E potrei continuare fino ad arrivare Cape Town.

Solo chi non vuole vedere l’evidenza può ancora parlare di “scontri settari” e tentare di ridurre il tutto a semplici conflitti di interesse legati a chissà quali risorse. La realtà è davanti agli occhi di tutti: l’Africa è diventata terra di conquista per l’Islam e chi non si adegua viene sterminato.

Noi si Secondo Protocollo parliamo ormai da tempo di questo problema e da anni abbiamo lanciato l’allarme ricevendo in cambio accuse di “discriminazione religiosa”. Ora purtroppo i fatti ci danno ragione, anche sul fatto che l’Islam si stia diffondendo grazie all’aiuto di “finte organizzazioni umanitarie”, accusa questa che ci ha fruttato una serie di durissime accuse da parte di organizzazioni islamiche non propriamente “limpide” come la turca IHH e altre pseudo organizzazioni caritatevoli che dietro a questa facciata nascondono il finanziamento a gruppi terroristici islamici, gli stessi che da mesi fanno saltare in aria le chiese cristiane in mezza Africa.

E’ arrivato il momento che l’occidente apra gli occhi e che faccia qualcosa per arginare questo violentissimo fenomeno che sta infestando l’Africa. Basta porgere l’altra guancia, basta buonismo. Questi gruppi vanno combattuti e distrutti prima che sia veramente troppo tardi, per l’Africa prima e per noi dopo.

Claudia Colombo

© 2012, Rights Reporter. All rights reserved. Riproduzione vietata