Israele: allarme terrorismo con armi chimiche

By , in Middle East on . Tagged width: , , ,

israele-terrorismo-chimico

Israele: i servizi segreti interni hanno lanciato oggi un serio allarme sulla possibilità concreta che Israele venga colpito da attacchi terroristici con l’uso di armi chimiche. Lo si apprende da fonti di stampa israeliana.

Secondo fonti dell’IDF il rischio di subire un attacco chimico è “molto concreto” tanto da essere definito “altamente probabile”. La situazione in Siria è molto confusa e si sa per certo che gruppi legati ad Al Qaeda stanno cercando di dotarsi di armi chimiche. Se a questo si aggiunge che da mesi il regime siriano sta cercando di trasferire armi chimiche e sistemi d’arma ad Hezbollah, il rischio si eleva ulteriormente.

L’IDF ha quindi lanciato l’allarme anche perché risulta che ci siano ampie fasce di popolazione non dotate di maschere antigas e delle necessarie precauzioni in caso di attacco chimico (medicine apposite). Le osservazioni sono inserite in una relazione annuale che racchiude i rischi per la popolazione civile e, per la prima volta in tanti anni, i rischi inerenti a un attacco terroristico non convenzionale superano quelli di attacchi convenzionali. La relazione classifica anche il livello di allarme delle diverse possibilità. Così sappiamo che un attacco chimico viene ritenuto altamente probabile, un attacco biologico mediamente probabile, un attacco con materiale radioattivo scarsamente probabile.

Al momento sono state distribuite maschere antigas e kit medici a circa il 58% della popolazione. Serve quindi uno sforzo supplementare per dotare tutta la popolazione israeliana del materiale necessario per difendersi da questa ulteriore minaccia.

Sarah F.

© 2013, Rights Reporter. All rights reserved. Riproduzione vietata

Recommended articles