Israele deve uscire dal Consiglio dei Diritti Umani dell’Onu. Ecco perché

Che il Consiglio dei Diritti Umani dell’Onu sia da sempre palesemente schierato contro Israele è un dato di fatto, ma alcuni interessanti spunti che ci arrivano da un video diffuso dal Touro Human Rights Institute ci fanno pensare che questo ennesimo inutile organismo dell’Onu sia stato creato apposta per attaccare Israele.

Vediamo i dati e riflettiamoci un attimo sopra:

da quando è stato creato il Consiglio dei Diritti Umani dell’Onu ha emesso 48 rapporti di condanna contro Israele, 9 rapporti di condanna contro la Siria, solo 3 rapporti di condanna contro l’Iran e nessun rapporto di condanna contro la Cina, uno dei Paesi che più violano i Diritti Umani. Già questo dato dovrebbe far riflettere considerando che Israele è uno Stato democratico, con piena libertà religiosa, parità di Diritti tra i cittadini di qualsiasi religione, sesso o genere, un Paese democratico dove tutte le libertà individuali vengono garantite e protette a partire dalla libertà di stampa, cosa che per esempio non si può dire di Siria, Iran o addirittura della Cina. Dalla sua nascita il Consiglio dei Diritti Umani ha indetto 10 sessioni speciali e permanenti, tutte dedicate a Israele. Nessuna sezione speciale e permanente per il Darfur, per il Congo, nessuna dedicata alla Cina, all’Iran, nessuna dedicata al terribile conflitto in Siria o, per arrivare a tempi più recenti, agli immani massacri perpetrati dall’Esercito Islamico dell’Iraq e del Levante (ISIL oppure ISIS). Il Consiglio dei Diritti Umani dell’Onu è riuscito pure a condannare la creazione del muro difensivo eretto dopo centinaia di attacchi suicidi che hanno ucciso centinaia di cittadini israeliani. Più di recente è stato deliberatamente in silenzio sul lancio di migliaia di missili da Gaza verso il territorio israeliano salvo poi risentirsi non appena Israele ha reagito a questo stillicidio di atti terroristici rivolti alla popolazione israeliana. Nessuna parola di condanna per Hamas, nessuna parola di condanna sui tunnel del terrore costruiti con il cemento destinato a scopi civili e alle infrastrutture costringendo persino i bambini a lavorare alla loro costruzione. Nessuna parola di condanna sull’uso indiscriminato di scudi umani da parte di Hamas.

Ora ci chiediamo: perché Israele dovrebbe rimanere nel Consiglio dei Diritti Umani dell’Onu e addirittura collaborare con esso in quella che sarà l’ennesima farsa, cioè il rapporto che il Consiglio dei Diritti Umani dell’Onu si appresta a scrivere sui presunti crimini di guerra commessi da Israele nel recente conflitto di Gaza? Non ha forse ragione il Ministro degli Esteri israeliano, Avidgor Lieberman, quando dice che Israele non può collaborare con questa gente?

E francamente c’è da meravigliarsi che gli altri Paesi democratici, l’Unione Europea, gli Stati Uniti e tanti altri, tacciano di fronte a quello che è evidentemente un organismo nato esclusivamente per delegittimare Israele facendosi scudo dei Diritti Umani, Diritti che però sono a senso unico e trascurano allegramente la miriade di paesi che li violano sistematicamente.

Ecco perché chiediamo con forza che non solo Israele esca da questa assurda farsa, ma che lo facciano anche atri Paesi, tutti i Paesi democratici a partire dall’Italia. Abbiamo sopportato di tutto da questo organismo, persino che fosse presieduto da Gheddafi. Adesso è davvero troppo.

[glyphicon type=”user”] Scritto da Sharon Levi

[glyphicon type=”euro”] Sostieni Rights Reporter

© 2014, Rights Reporter. All rights reserved. Riproduzione vietata

Recommended articles