Le forze di sicurezza israeliane hanno fatto irruzione la notte scorsa in una stazione radio palestinese che incitava sistematicamente all’odio anti-israeliano e a commettere attentati contro civili israeliani. Lo ha reso noto il Comando Centrale del IDF.

La stazione radio palestinese, chiamata “Alsanabel”, era basata fuori di Dora, una città a sud-ovest di Hebron, ed era già da tempo sotto l’occhio vigile dello Shin Bet per il suo continuo incitamento a commettere attentati contro i civili e contro i militari israeliani. Nella notte forze speciali del IDF hanno fatto irruzione nella stazione radio palestinese dove hanno arrestato cinque dipendenti e sequestrato materiale giudicato “utile alle indagini”. I cinque arrestati sono stati portati in un luogo sconosciuto per essere interrogati dallo Shin Bet.

Da diversi mesi la stazione radio palestinese aveva scelto la via dell’estremismo portando avanti una sistematica opera di incitamento e lo Shin Bet vuole capire per chi lavorava e come si finanziava. Proprio ieri sera la goccia che ha fatto traboccare il vaso con una trasmissione molto più violenta delle altre volte che ha convinto il Comando Centrale del IDF ha dare l’ordine di intervento.

Redazione

© 2016, Rights Reporter. All rights reserved. Riproduzione vietata

1 Comment

  1. …e lo Shin Bet ha aspettato una trasmissione ancora più virulenta del solito per arrestarli e chiudere la radio terrorista ? Poi si chiedono chi là finanzi, sicuramente l’autorità palestinese con i soldi degli USA dell’Europa …..oppure lo zampino del solito Quatar …..
    Mah …..
    comunque …in galera tutti in galera ….

Israele: IDF chiude stazione radio palestinese per incitamento

Grazie per aver condiviso il nostro articolo