Israele: il problema Gaza non è più rinviabile

By , in Middle East on . Tagged width: , , , ,

gaza-israele-merkawa

Israele non può più rinviare il problema Gaza, lo deve affrontare in maniera decisa e, soprattutto, risolutiva. A testimoniarlo c’è l’ultimo attentato contro militari israeliani avvenuto ieri, i missili lanciati due giorni fa da Gaza, il tunnel del terrore scoperto poco tempo fa e le dichiarazioni d’intento da parte di Hamas.

L’attentato di ieri e le reazioni israeliane

Ieri sera terroristi di Hamas hanno fatto esplodere un ordigno quando un gruppo di militari israeliani appartenenti al corpo ingegneri della Brigata Golani si è avvicinato alla barriera di confine con Gaza in cerca di altri tunnel del terrore costruiti da Hamas. Cinque militari israeliani sono rimasti feriti (uno in maniera molto seria). Pressoché immediata la reazione dell’IDF. Nello scontro a fuoco che ne è seguito i militari israeliani hanno ucciso un terrorista. Poco dopo un carro armato del IDF, individuata una cellula di terroristi di Hamas che stava operando nel sud della Striscia di Gaza, ha aperto il fuoco colpendola. Altri scontri a fuoco sono avvenuti lungo il confine tra Israele e Gaza. Questa mattina  aerei del IAF hanno colpito una cellula di Hamas vicino alla città di al-Kharrara uccidendo tre terroristi.

Il problema Gaza

Israele e soprattutto la popolazione nel sud di Israele, che tra l’altro da ieri in 13 località non è più protetta dai soldati dell’IDF a causa di tagli al bilancio della difesa, non può più vivere con la spina nel fianco rappresentata dai terroristi di Hamas e dalla Jihad Islamica che oltretutto, secondo rapporti di intelligence, stanno ricevendo molti missili dall’Iran. Il problema va risolto in maniera definitiva, una volta per tutte. Hamas e la Jihad Islamica vanno eliminate, se il caso anche in coordinamento con l’Egitto che nel Sinai sta duramente combattendo contro i due gruppi terroristici palestinesi. Molti esperti nei giorni scorsi hanno previsto una escalation degli attentati terroristici da parte di Hamas. Israele deve prevenire questi attentati precedendo le mosse di Hamas che oltretutto in questo momento è particolarmente debole. Una azione militare preventiva e risolutiva non solo è quindi auspicabile, è necessaria per mettere in sicurezza le popolazioni del sud di Israele e per chiudere definitivamente il capitolo Hamas. La cosa non è più rinviabile.

Sarah F.

© 2013, Rights Reporter. All rights reserved. Riproduzione vietata

Recommended articles