La Boldrini svilisce le donne italiane

boldrini

Può una persona sostenere di voler difendere i Diritti delle donne e allo stesso tempo svilirle pubblicamente? Può una persona del genere affermare di essere una riformatrice e allo stesso tempo cercare di talebanizzare la TV nazionale? Se si chiama Laura Boldrini si.

Ieri la Presidente della Camera, Laura Boldrini, ha detto che “solo il 2% delle donne in tv esprime pareri, parla. Il resto è muto, a volte svestito, le ragazze italiane debbono poter andare in tv senza sfilare con un numero. Hanno altri talenti”. Insomma, il 98% delle donne che lavorano in TV non sono altro che semplici figurine stupide, quasi ebeti, messe li solo per far scena. E se si parla di Miss Italia, secondo la Presidente della Camera, la RAI ha fatto bene a decidere di non trasmettere l’evento perché vedere quelle belle ragazze sfilare con un costume e un numero “svilisce la figura femminile”. Insomma, il prossimo anno la RAI trasmetterà Miss Italia solo le concorrenti sfileranno in Burqa o quantomeno coperte da un rigoroso velo islamico.

A parte che una delle poche armi che ha una donna è il fascino, cosa di cui magari la Boldrini non se ne può rendere conto, è mai possibile che una donna che si definisce “riformatrice” possa impunemente dare delle cretine al 98% delle donne che lavorano in TV senza che nessuno le dica niente? Cosa ne pensa una come Monica Maggioni che ha trasformato RAI News 24 in una televisione a conduzione quasi tutta femminile? Cosa ne pensano le tantissime donne che lavorano nella informazione? Sembra quasi che la bellezza e il fascino debbano diventare un ostacolo piuttosto che un vantaggio. Sembra che per la Boldrini esista una equazione secondo cui bellezza è uguale a stupidità, a svilimento. Chi lo dice alle veline di Striscia la notizia che sono due emerite cretine? Chi lo dice alle tante soubrette che allietano le serate degli italiani che anche se hanno studiato anni non è servito a niente, che sono solo delle marionette dementi?

E scusate, non è forse sessista criticare una donna per il suo abbigliamento o per le grazie che lascia vedere? Cosa vuole la Boldrini, la legge islamica? Non è questo un passo indietro rispetto ai Diritti delle donne per i quali proprio le donne hanno lottato tanto?

Se io fossi una donna che lavora in TV o una modella che fa pubblicità per uno yogurt mi sentirei profondamente offesa dalle parole della Boldrini, altro che riformismo.  Cosa ne pensa delle parole della Boldrini una Giulia Innocenzi? Oppure una delle tante ragazze carine che lavorano nelle redazioni dei maggiori talk show? Non si sentono svilite?

Io da donna italiana mi sento profondamente svilita dalle parole di Laura Boldrini e mi meraviglio che le donne italiane abbiano fatto passare tutto questo nel silenzio, che non abbiano sollevato il problema. Spero che se lo ricordino tutte quelle femministe della serie “l’utero è il mio e me lo gestisco io” cosa significa lottare per i Diritti e contro quel sessismo che proprio la Presidente della Camera ha ritirato fuori con così tanta naturalezza.

Bianca B.

© 2013, Rights Reporter. All rights reserved. Riproduzione vietata