La vera Italia non è quella del bunga bunga: iniziativa rivolta alla stampa estera

Siamo oggettivamente stanchi di vederci descritti dai giornali esteri come il “Paese del bunga bunga” per colpa del Premier, Silvio Berlusconi. E’ diventata una situazione intollerabile. Per questo motivo intendiamo far partire una iniziativa rivolta i maggiori giornali esteri che ha come obbiettivo quello di difendere l’onorabilità del nostro Paese dalle a prescindere dallo schieramento politico a cui si appartiene.

Per prima cosa inviteremo gli italiani a scrivere a tutti i maggiori quotidiani stranieri (gli indirizzi li daremo in coda) per dire con chiarezza che l’Italia non è il Paese del bunga bunga e che gli italiani non hanno alcun legame con le manie del Presidente del Consiglio. Gli italiani, nonostante questo Premier e questo Governo, si alzano ogni mattina, vanno a lavorare (i fortunati che ce l’hanno il lavoro) per un misero stipendio, allevano dignitosamente i propri figli e conducono una vita moralmente ineccepibile. Gli italiani non possono essere paragonati a quelle ragazze di facili costumi che cercano la scorciatoia passando per il letto dei potenti. Gli italiani non possono essere paragonati ai genitori di quelle ragazze che le incentivavano a “non farsi passare avanti da altre”, cioè a concedersi per soldi al Premier. Gli italiani non possono essere paragonati al “ciarpame” evidenziato dalle vicenda della giovane marocchina “Ruby rubacuori”. Questa non è la vera Italia.

Per questo motivo (e anche per molti altri) invitiamo tutti gli italiani che non si riconoscono nelle descrizioni che ne fanno i media stranieri del nostro Paese e nello spaccato che emerge dalla vicenda che vede coinvolto il Presidente del Consiglio, a scrivere ai media stranieri per far sentire forte la vera voce degli italiani, di quelli che si vergognano di questo Premier e dell’immagine che da dell’Italia, di quelli che si vergognano anche della politica del cucù che mette in difficoltà gli italiani nel mondo sottoponendoli a derisione e, quando va male, anche a vessazioni.

Qualcosa da scrivere:

Italy is not the country of bunga bunga. We Italians honest are tired of being identified  with Silvio Berlusconi. The true Italy is not the one of Silvio Berlusconi, but is made up of honest people, working to € 1000 per month and has a strong sense of morality and for the nation. Italian girls are not the ones who go to parties in Arcore, are women with a strong dignity who sacrifice every day for this country. Write it.

Ecco alcuni indirizzi a cui scrivere:

Washington Post : letters@washpost.com

New York Times : letters@nytimes.com

The Times : letters@thetimes.co.uk

Daily Mail : editorial@dailymailonline.co.uk

The Economist : letters@economist.com

The Guardian : letters@guardian.co.uk

The Observer : letters@observer.co.uk

The Indipendent :  letters@independent.co.uk

Le monde (clicca qui)

© 2011, Rights Reporter. All rights reserved. Riproduzione vietata