Le cene eleganti di Arcore? Un incubo schifoso

Per chi di voi non avesse letto la deposizione rilasciate alla Procura di Milano da parte di Ambra Battilana e Chiara Danese, pubblicate questa mattina sull’edizione cartacea di Repubblica, consiglio vivamente di leggerle, giusto per farsi una idea delle “eleganti” cene di Arcore.

Mano a mano che leggevo l’articolo di Repubblica mi venivano i brividi. Viene fuori uno spaccato delle cene di Arcore e del Bunga Bunga che nemmeno le menti più perverse potevano immaginare. Due ragazzine appena diciottenni date in pasto da Emilio Fede al Caimano, una operazione non riuscita per il netto rifiuto delle due ragazzine di sottoporsi alle voglie dei due anziani signori.

Leggetelo, perché ne vale veramente la pena e non sarebbe corretto (nei confronti di Repubblica) che io qui ne riporti il contenuto quando ancora l’articolo non è nemmeno online, ma vi garantisco che l’euro e venti che spenderete per comprare il quotidiano saranno veramente ben spesi.

Dire che quando si leggono quei racconti (agli atti) viene da vomitare è dire poco. Viene in mente il Presidente del Consiglio che va in TV a giurare sulla testa dei suoi nipotini (innocenti) che lui quelle cosacce non le ha mai fatte. Viene in mente Emilio Fede che ogni giorno va in TV con al fianco tante belle ragazze e viene logico chiedersi se quelle ragazze, quelle meteorine, hanno dovuto passare l’incubo passato dalle due ragazzine per avere quel posto, se insomma hanno dovuto subire gli stessi ricatti sessuali escludendo di poter andare con Fede e Berlusconi per attrazione fisica.

Non voglio oggi fare un discorso morale o politico, sono francamente troppo disgustata, voglio solo ricordare che quest’omuncolo ci rappresenta nel mondo, che rappresenta l’Italia e gli italiani. Non ne posso che essere sinceramente disgustata.

Brigitta Donati

© 2011, Rights Reporter. All rights reserved. Riproduzione vietata