Libia forse a una svolta. Accordo tra Haftar e al-Sarraj per elezioni antro sei mesi

Se le indiscrezioni di stampa provenienti da media libici vicini al Generale Khalifa Belqasim Haftar corrispondo al vero, ci sarebbe un accordo per portare la Libia a nuove elezioni entro sei mesi.

La svolta è arrivata dopo l’incontro tra il capo del Governo libico riconosciuto dall’Onu, Fayez al-Sarraj, e il generale Haftar, incontro avvenuto martedì scorso negli Emirati Arabi Uniti sotto la supervisione dell’Egitto.

Secondo i media libici ed egiziani ripresi anche da testate occidentali i due leader libici rivali avrebbero raggiunto un accordo per portare la Libia a nuove elezioni antro sei mesi. Non ci sono al momento conferme ufficiali né da parte di Haftar né da parte di al-Sarraj, tuttavia la notizia sembra trovare conferme da ambienti diplomatici egiziani i quali confermano anche che il generale Haftar e il capo del Governo libico si incontreranno nuovamente la prossima settima al Cairo per decidere i tempi e le modalità per le elezioni.

Con tutte le cautele del caso, vista anche la situazione in Libia che rimane estremamente frammentata, ci troveremmo di fronte a una vera svolta politica che potrebbe portare a una normalizzazione della situazione nel paese nordafricano e che potrebbe avere importanti risvolti anche nella gestione dei flussi migratori. Una situazione politicamente tranquilla è infatti la base per l’attuazione dei patti sottoscritti da Fayez al-Sarraj con il Governo italiano volti ad arginare il traffico di esseri umani verso l’Europa.

© 2017, Rights Reporter. All rights reserved. Riproduzione vietata