LRA: massacro in Repubblica Centrafricana

By , in Africa on . Tagged width: , ,

LRA-kony

Almeno 16 persone sono state massacrate dal gruppo ribelle ugandese del LRA (Lord’s Resistence Army) nella Repubblica Centrafricana. Lo riferiscono fonti militari centrafricane le quali parlano di un vero e proprio assalto militare a due villaggi situati lungo il confine con la Repubblica Democratica del Congo.

I ribelli ugandesi del LRA, guidati dal famigerato Joseph Kony, sono usciti all’improvviso dal Garamba Park (nord del Congo) e hanno attaccato e saccheggiato due villaggi nella regione mineraria di Bria uccidendo almeno 16 persone, alcune delle quali sono state decapitate. Secondo fonti militari avrebbero rapito anche decine di bambini e bambine prima di rientrare presumibilmente nel Garamba Park.

L’attacco risale a Giovedì scorso anche se le autorità della Repubblica Centrafricana lo hanno reso noto solo ieri sera. In uno dei due villaggi gli abitanti si sarebbero difesi uccidendo almeno quattro ribelli ugandesi ma ciò non è servito a fermare la rabbia degli uomini di Kony.

Joseph Kony è ricercato attivamente dal Tribunale Penale Internazionale per crimini di guerra commessi in particolare nel Nord Uganda ma anche in Sud Sudan, nella Repubblica Centrafricana e in RD Congo. E’ accusato di aver ucciso più di 100.000 persone e di aver rapito tra 60.000 e 100.000 bambini per trasformarli in bambini soldato.

Da diversi mesi è in corso una vera e propria caccia all’uomo per catturalo che vede impegnati nel nord del Congo una forza multinazionale coordinata dall’Onu e composta da militari ugandesi, del Sud Sudan e della RD Congo. Tuttavia fino ad oggi la fitta foresta del Garamba Park ha nascosto efficacemente i ribelli del LRA.

Claudia Colombo

© 2013, Rights Reporter. All rights reserved. Riproduzione vietata