M5S: tonfo in Basilicata. Grillo piace solo come comico

By , in Politica Italiana on . Tagged width: , ,

M5S-grillo-basilicata

Riempire le piazze non significa automaticamente avere il voto della gente che ti viene a vedere. Nel caso poi di Grillo e del M5S in Basilicata, a giudicare dai risultati delle elezioni regionali, alla gente interessava il Grillo comico piuttosto che il Grillo politico.

Nelle elezioni regionali in Basilicata il tonfo elettorale del M5S è stato eclatante. Hanno preso appena il 13% mentre alle elezioni politiche aveva ottenuto un buon 24,3%. Il calo è del 10% e oltre nonostante il comico genovese si sia impegnato in primissima persona.

Dicevamo delle piazze piene. A giudicare dai messaggi su Facebook e su Twitter i grillini erano impressionati dall’affluenza di pubblico e già pregustavano un risultato eccezionale. Non aveva fatto i conti con la comicità di Grillo che, come ogni buon comico, riempie sempre le piazze, attira la gente. Insomma, il popolo della Basilicata era più interessato alle sue battute che ai suoi pseudo contenuti. In fondo, in tempi di crisi chi si perderebbe l’occasione di vedere una celebrità comica come Grillo senza pagare un Euro?

E non è certo una scusante l’altissima astensione al voto perché è da quel bacino che Grillo e il M5S pescano la maggioranza dei voti.

La realtà dei fatti è che la gente non poi così stupida come Grillo crede. Un M5S in Parlamento che non riesce ad influire minimamente su nessuna decisione non interessa nessuno. Chi li ha votati alle politiche si aspettava qualcosa di concreto, li aveva votati perché credevano che avrebbero potuto incidere. Invece fino ad oggi è stato solo il nulla, a parte assurde dichiarazioni sui microchip nel cervello, sull’esistenza delle sirene, qualche glorificazione dei kamikaze islamici e ininfluenti mozioni di sfiducia (per non parlare dell’impossibile impeachment a Napolitano). Insomma, tutto fumo e niente arrosto.

Ora i grillini cercheranno in tutti modi di ridimensionare la pesante debacle subita in Basilicata, un tonfo che arriva dopo quelli subiti alle passate regionali di pochi mesi fa. Ma questa volta è davvero difficile trovare un capo espiatorio che non sia la politica grillina.

In compenso Grillo si può consolare con una constatazione: se dovesse abbandonare l’impegno politico può sempre tornare a fare il comico. Le piazze piene sono garantite (ammesso che non si paghi troppo).

Bianca B.

© 2013, Rights Reporter. All rights reserved. Riproduzione vietata