Ma Grillo è tornato a fare il comico a nostra insaputa?

grillo-comico-pregiudicato

Sono tutte scuse idiote e risibili quelle addotte da Beppe Grillo nella conferenza stampa tenutasi stamattina presso la sede della Stampa Estera a Roma, scuse per abbagliare gli idioti che ancora credono al comico pregiudicato. Tira fuori addirittura un colpo di Stato da parte di Napolitano perché altrimenti il M5S avrebbe avuto il 25%.

Una conferenza stampa epica quella di Grillo, ma non per i contenuti quanto per la feroce concorrenza a Zelig. Grillo non aveva mai detto di voler tornare a fare il comico e questa forse è l’unica vera notizia.

Per il resto le solite cose. Dire di no a tutto e a tutti, come se il M5S fosse uno Stato a se stante e non vivessero in Italia. I giornali sono pieni delle battute dette alla conferenza stampa dal comico pregiudicato genovese quindi non starò qui a fare il copia-incolla, ma una è particolarmente esilarante almeno quanto è inquietante. Grillo afferma infatti che «il nostro non è un movimento evangelico ma ecumenico, può entrare chiunque, non abbiamo ideologie né di destra né di sinistra. Non facciamo accordi con questi, non si devono fare, siamo stati eletti per mandarli tutti a casa». Ecco, finalmente ha ammesso che nel M5S ci entra di tutto, dai nazisti ai negazionisti, dai nazi-comunisti ai nazi-islamici per finire con i fascisti di Casapound magari delusi da politiche “troppo morbide”. Capito il segnale cari nazistoidi? Il M5S vi aspetta a braccia aperte, l’importante è che siate disposti a sfasciare tutto. Già ne annovera parecchi tra le sue fila, perché non unirsi a loro?

Lasciatemi dire che se questa doveva essere una conferenza stampa per rispondere alle proposte di Renzi non ha affatto raggiunto l’obbiettivo perché semplicemente Grillo non ha risposto a nulla. Se invece doveva essere uno spettacolo comico a favore della stampa estera allora è stato un grandissimo successo.

Bianca B.

© 2014, Rights Reporter. All rights reserved. Riproduzione vietata